fbpx
mercoledì, Giugno 12, 2024

Barano, nuova Commissione per taxi e N.C.C. La precedente era stata nominata nel 2018

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta informato e non perderti nessun articolo

L’organismo ha un ruolo propositivo ma il parere deve essere obbligatoriamente acquisito in diversi casi, quali la formazione e variazione del numero delle licenze e delle autorizzazioni e la determinazione delle tariffe. Il Comune di Barano ha proceduto a nominare la nuova commissione consultiva comunale per l’esercizio del trasporto pubblico non di linea (taxi e N.C.C.).

La responsabile del Settore II – Servizi Demografici dott.ssa Iolanda Chiara Buono ha proceduto all’adempimento richiamando il Regolamento comunale per il servizio pubblico da piazza, che prevede: «È istituita la Commissione consultiva comunale per l’esercizio del servizio pubblico di trasporto non di linea (taxi e N.C.C.) e per l’applicazione del presente regolamento. La Commissione comunale è formata da: 1) Presidente: Rappresentante dell’Amministrazione; 2) Componente: Responsabile Attività Produttive; 3) Componente: Rappresentante delle organizzazioni di categoria (taxi) maggiormente rappresentative; 4) Componente: Rappresentante delle organizzazioni di categoria N.C.C. maggiormente rappresentative; 5) Componente: Rappresentante delle organizzazioni di categoria (microtaxi) maggiormente rappresentative; 6) Segretario: dipendente comunale con qualifica non inferiore alla “C”».

La Commissione viene istituita con determina dirigenziale e «svolge un ruolo propositivo nei confronti degli organi comunali in materia di trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea. Il suo parere deve essere obbligatoriamente acquisito in ordine alle seguenti materie: a) formazione e variazione del numero delle licenze e delle autorizzazioni; b) formazione e variazione di norme regolamentari; c) determinazione delle tariffe; d) criteri per la individuazione dei luoghi di stazionamento; e) criteri per la determinazione e modifica degli orari di servizio».

La durata è prevista in tre anni. La precedente commissione per la verità era stata nominata nel 2018, ma l’allungamento dei tempi è probabilmente legato alla pandemia. Quell’organismo era così composto: dott. Raffaele Di Meglio – vice sindaco con delega ai trasporti (presidente); dott. Luigi Mattera – responsabile Attività Produttive (componente); ing. Mariano Vignola – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Confindustria – Unione Industriali Napoli (componente); Giuseppe De Rosa – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Cisl (componente); Mauro Ferri – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Anitrav (componente); dott.ssa Gerarda Cenatiempo – dipendente comunale (segretario).

La Buono ha proceduto a richiedere eventuali indicazioni di nominativi alle organizzazioni di categoria maggiormente rappresentative ed hanno risposto Fit-Cisl, Anitrav – Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori, Uil, Cna Campania Nord e Unci Campania. Per la selezione si è tenuto conto della rappresentatività dell’organizzazione di riferimento, dell’anzianità di iscrizione nell’organizzazione e delle eventuali esperienze pregresse in analoghe commissioni. In determina si rileva anche «che la categoria dei microtaxi è stata soppressa ma si ritiene comunque opportuno mantenere inalterato il numero dei componenti previsti per le organizzazioni di categoria (tre)».

La nuova Commissione Consultiva Comunale per l’esercizio del trasporto pubblico non di linea è dunque così composta: dott. Raffaele Di Meglio – vice sindaco con delega ai Trasporti (presidente); dott. Luigi Mattera – responsabile Attività Produttive (componente); Alfonso Langella – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Fit-Cisl (componente); Mauro Ferri – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Anitrav (componente); Michele Cava – rappresentante organizzazioni di categoria designato da Uil (componente); Anna Marna – dipendente comunale (segretario). Per l’incarico di membro della Commissione non è previsto alcun compenso né rimborso spese e quindi nessun onere ricade sulle casse comunali. Viene ribadita la durata di tre anni «e comunque fino all’insediamento della successiva».

[sibwp_form id=1]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Gli ultimi articoli

Stock images by Depositphotos