fbpx

Vito Manna, Real Forio: «Pronti a ripartire per puntare all’Eccellenza»

ECCELLENZA | VITO MANNA RESTA DIRETTORE SPORTIVO DEL REAL FORIO

Must Read

Il Real Forio è l’unica società isolana ad avere una governance definita così come un allenatore. I programmi della nuova stagione sono stati esemplificati dal patron Luigi Amato dopo l’amaro verdetto del play-out contro il Sant’Antonio Abate: Promozione d’avanguardia per un immediato ritorno nella massima categoria regionale, Eccellenza dignitosa in caso di ripescaggio. Questo è un tema che approfondiremo nei prossimi giorni anche se il quadro delle aventi diritto si è delineato, considerata la retrocessione dalla D del San Giorgio e la mancata promozione in D di una delle spareggianti campane nei play-off nazionali (Angri-San Marzano). Se sarà adottato il consueto criterio, con il ripescaggio in alternanza di una retrocessa e di una perdente degli spareggi di Eccellenza, allo stato attuale il Real Forio sarebbe, come si suol dire, con un piede dentro ed uno fuori.

Dopo l’annuncio della società del ritorno di Giuseppe Caruso, che fungerà da direttore generale, si attende l’ufficializzazione anche delle altre cariche. E’ sicura la conferma di Vito Manna come direttore sportivo. «A breve ci sarà la presentazione del progetto del Real Forio a trecentosessanta gradi – spiega Manna –. Stiamo pensando di completare alcuni tasselli ma in linea di massima l’aspetto dirigenziale è definito. Con mister Monti mi sento spesso.

E’ chiaro che adesso siamo in una fase di studio, con l’individuazione di vari profili che però prima del 1 luglio non possono firmare. Non si possono prendere accordi ufficiali prima di quella data, chiunque viene contattato dialoga, può raggiungere un accordo sulla parola ma nulla di ufficiale».

Il Real Forio però non sta con le mani in mano. Diversi calciatori, anche dell’Ischia, fanno parte della lista dei rinforzi per ripartire con una rosa prevalentemente isolana. «Dalla prossima settimana cercheremo di concretizzare qualcosa – prosegue il d.s. biancoverde – sia a livello di nuovi calciatori che di confermati. Saranno fatte delle valutazioni anche in base alle indicazioni del mister. Al momento però non è stato chiamato nessuno. Siamo l’unica società ad avere un allenatore e da questo punto di vista siamo in anticipo».

Uno zoccolo duro da cui ripartire comunque c’è. «La base dalla quale attingere c’è ma bisogna valutare le indicazioni dell’allenatore. Il gruppo di isolani della passata stagione? E’ presto per dire chi resterà e chi no», spiega Manna.

In questi giorni il Real Forio un pensiero al ripescaggio lo ha fatto? «Sì, siamo abbastanza ottimisti. I posti che si potrebbero liberare sarebbero al momento tre – annuncia Vito Manna –. Bisogna sempre vedere chi si iscriverà e chi verrà meno. Il campo il mese scorso ha decretato che la nostra categoria è la Promozione. Se sarà questa, l’obiettivo del Real Forio è un ritorno in Eccellenza. Se invece dovessimo ripartire dalla massima serie regionale, cercheremo di ben figurare, evitando di prendere dieci giocatori dalla terraferma, per questioni economiche ma anche logistiche e tecniche. Si andrebbe in contrasto con le altre realtà dell’isola».

L’accordo con l’Ischia sottoscritto all’inizio della passata stagione, con la società gialloblù che avrebbe potuto attingere dalle rose di Real Forio e Barano in cambio della gratuità dei passaggi sulle navi “Medmar”, sarà valido anche se D’Abundo dovesse cedere la società? «Dovrei studiare il contratto (Manna è un ottimo avvocato, non avrà alcun problema, ndr) firmato dal legale rappresentante. Dovrebbe essere ancora valido. Chi prenderà le quote della società, dovrebbe comprendere come comportarsi. In merito all’accordo – aggiunge il d.s. foriano – tutti sanno che non lo condivido ma sarebbe ancora in essere. Bisognerà capire che squadra sarà l’Ischia per potersi porre in una condizione di superiorità per mantenere in essere il contratto che vedeva le altre società in una condizione di subordinazione».

La scorsa settimana è stata annunciata la fondazione del Forio United, altra realtà giovanile. Per il Real Forio uno sprone a fare sempre meglio oppure un danno dal punto di vista tecnico e non? «Nessun danno. Ogni volta che nasce un’associazione sul territorio, di qualsiasi natura, è sempre un bene per la società. Quando si parla di sport, è sempre bello per i giovani, per le nuove generazioni. Può essere uno sprone per il Real Forio – sottolinea l’avvocato Manna – anche se abbiamo una storia, un brand tali che da parte nostra non c’è alcun timore. Quanto verificatosi sul nostro territorio accade dappertutto, a Forio così come a Ischia. Ci sarà sempre qualcuno in grado di organizzare qualcosa».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, arrestati due spacciatori: 103 dosi di cocaina per il mercato di Forio

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso lo...