fbpx

Vito Iacono: “Il Forio Basket è retrocesso. Colpa mia”

Must Read

Le persone serie non trovano scuse, accettano i risultati. Non si tirano indietro, non indicano gli altri: si assumono le responsabilità. Ed è così che VIto Iacono, presidente del Forio Basket, commenta la confitta di 3 a 0 contro Avellino nei Playout del girone B della Serie B di Basket. Un play out che era sicuramente alla portata del Forio nonostante tutto. Sarebbe bastato, davvero, solo un pizzico in più di tante cose. Vito Iacono è stato lasciato solo da chi gli aveva promesso vicinanza, è stato segato dall’interno, ha retto agli urti (legali) e non di un sistema (un po’ casta) della Federazione Pallacanestro ma può essere orgoglioso di tutto il cammino di questo Forio Basket.

Ne siamo stati, come sempre, censori ruvidi e schietti, ma abbiamo gioito e abbiamo sentito il sangue biancorosso che ribolliva nelle vene e, ad ogni errore di Antonaci – ad esempio – assaliti da una rabbia cieca. Ma è andata come è andata: “RETROCESSI!” scrive senza mezze parole Iacono.

“Ci sarà il tempo per i bilanci – aggiunge il Presidente -, per le riflessioni, ora è solo il tempo della responsabilità e delle scuse. Non sono alla ricerca di alibi. È solo colpa mia e chiedo scusa e ringrazio quanti hanno dato un generoso contributo ed hanno accompagnato il nostro cammino. Chiedo scusa e ringrazio il coach ed i ragazzi che fino alla fine, senza scappare o tradire la mia fiducia, hanno onorato impegno e maglia.A loro l’augurio di poter presto riscattare questa delusione. Dopo un anno difficile, sotto tutti i punti di vista, oggi, in casa, a Sant’Antimo, con la sconfitta in gara 3 dei play out di serie B, siamo retrocessi. Ho sempre pensato che un titolo sportivo ha un suo valore solo quando viene onorato sul campo, anche a rischio di perderlo”.

“E così è stato fino alla fine! Poi avremo tempo e modo di parlare di come e quando – attacca Iacono – lo Sport dilettantistico diventa mercato, quando passione e sacrifici diventano occasione di “lavoro” per procuratori, avvocati, agenzie di scommesse con la complicità della Federazione Sportiva e Lega e perché no di nostri ex tesserati che con atti falsi ed imbrogli hanno minato e contaminato il nostro cammino. Ma questa è un’altra storia. La Storia vera e bella è che il Forio Basket ha partecipato al campionato di serie B nazionale ed ha perso, perché nello Sport – conclude – si può anche perdere, ma conservando dignità ed orgoglio. E noi abbiamo perso. E così la Storia continua!”

E sì, speriamo che la storia continui. Speriamo che si possa andare avanti!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Dionigi Gaudioso: «Dobbiamo impegnarci per non deludere i cittadini»

Seconda sindacatura per Dionigi Gaudioso. Ma l’attenzione non è solo sul futuro di Barano. Inevitabilmente il discorso si sposta...