Via libera alle graduatorie, il governo fa felici first lady, fidanzati e tutti gli altri

0

Gaetano Di Meglio | Il “grande” concorso di Forio ha fregato solo chi non ha partecipato e chi ha lasciato il suo posto per altri raccomandati. Una normativa poco chiara, un caos amministrativo che, nello scorso 2019 ha visto scorrere il “sangue” della battaglia e degli accordi politici tra Forio e Serrara Fontana per un posto al sole.

Alla fine, però, il governo ha approvato la legge di bilancio 2020 e, come annuncia anche l’ANCI, l’associazione dei Comuni Italiani, è stato votato il “Superamento dei vincoli per lo scorrimento delle graduatorie. Si prevede che le graduatorie concorsuali approvate dal 2012 al 2017 siano utilizzabili sino al 30 settembre 2020; le graduatorie approvate negli anni 2018 e 2019 sono utilizzabili entro tre anni dalla loro approvazione. A regime, a partire dal 2020, le graduatorie avranno una vigenza biennale».

E vai. Festa grande in quel di Forio dove, in molti, stanno con la bava alla bocca, guardando il tanto agognato posto pubblico.

utti, infatti, hanno la forza di poter dire che la “raccomandazione” degli 11 assunti era uguale, se non superiore, alla “raccomandazione” degli idonei, ma non negli 11.

E così, in vista del 14 gennaio, quando il TAR Campania dovrà esprimersi nel merito del ricorso al TAR presentato dalla first lady di Serrara Fontana, la moglie di Rosario Caruso, contro due degli assunti su presunti errori commessi dalla commissione giudicatrice. La stessa che, guardando la difesa di una delle parti, sembra aver commesso anche nei confronti della first lady.

Ma questa notizia, questa interessante apertura, ovvero che “le graduatorie approvate negli anni 2018 e 2019 sono utilizzabili entro tre anni dalla loro approvazione” rappresentano un vero e proprio cambio di scena.
Ora le questioni di principio, gli errori e la battaglia giudiziaria potrebbero finire perché con la graduatoria “aperta” c’è sempre spazio per il posto “fisso”. E ora che la “raccomandazione” è comune a tutti, chi si trova nelle posizioni 12, 13 e 14 possono stappare la bottiglia conservata dopo le feste di Natale.

Gli altri, quelli più sotto, quelli normali con una raccomandazione “minore”, invece, devono sperare che qualcuno sia assunto o che qualcuno “scappi” per altri motivi. Magari con la condivisione della “graduatoria” presso altri Enti (comuni, consorzi, società pubbliche ecc ecc)

Chi resta fregato, ovviamente, è chi ha abdicato dal proprio “successo” perché c’è chi aveva una “raccomandazione” più importante.

Lo ricordiamo, questa novità, interessa più direttamente il sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso (primo in lista), il sindaco di Barano, Dionigi Gaudioso (secondo in lista) e il consigliere comunale Annamaria Miragliuolo che potrebbe fare bis e, volendo, salvare anche il cuginetto attaccato al TAR perchè sono i primi tre in lista. Poi è ovvio, c’è speranza fino all’ultimo degli idonei. Che ne sono, ironia della sorte, altri 11

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui