fbpx

Valerio D’Ambra: Covid, Stiamo facendo gli stessi errori degli anni precedenti

Must Read

Dopo un periodo festivo durante il quale l’isola ha vissuto la paura della pandemia con più del 20% degli isolani in quarantena e con la prossima riapertura delle istituzioni scolastiche, si ritorna a parlare di COVID.
Lo sceriffo è il primo che si è mostrato interessato e già il 7 gennaio, ha presentato la sua prima ordinanza dell’anno, la quale chiude tutte le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, fino a nuovo avviso già datato al prossimo 28 gennaio.

I bambini dell’infanzia e della primaria, e i ragazzi delle scuole medie di tutta la Campania, saranno di nuovo chiusi in casa, relegati alla didattica a distanza, costretti all’asocialità! Un’ingiustizia che non possono pagare sempre i giovani! Per il nostro sceriffo: “è irresponsabile, non ci sono le condizioni minime di sicurezza”!

Con la sua ordinanza lo sceriffo si è fatto salvatore della patria, ma anche nemico di parecchi commercianti, vietando la vendita di alcolici dalle 22.00 alle 6.00. Chissà, magari per lui è un modo per bloccare la curva dei contagi…
Con la preoccupazione di una nuova ondata tutti gridano all’obbligo vaccinale, dal personale degli uffici, agli operai delle aziende, ai docenti scolastici e universitari e perfino a tutti gli over 50! Si, il vaccino sta diventando obbligatorio, altrimenti non si potrà più essere liberi di muoversi o di passare le giornate come una volta, perché? Se sei un operaio in un’azienda il tuo capo dovrà licenziarti perché devi avere il vaccino per lavorare; se sei un docente dovrai avere il vaccino altrimenti niente più lezione in presenza e niente pagamento a fine mese; se sei un semplice cittadino over 50 non potrai andare al bar senza vaccino, non potrai prendere il bus ed alcun mezzo di trasporto pubblico, non potrai andare al ristorante e chi non presenterà il super green pass non riceverà lo stipendio, conserverà il posto di lavoro, ma verrà considerato “assente ingiustificato, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro, fino alla presentazione”.

Senza green pass è vietato l’accesso ai luoghi di lavoro e chi non rispetta il divieto subirà una sanzione amministrativa tra i 600 e i 1500 euro.
Con il nuovo D.L. del 5/01/22 ci sono nuove regole per la gestione delle quarantene: alla materna, in presenza di un positivo in classe, scatta la sospensione delle attività per 10 giorni, mentre alle elementari con un solo caso si applica la sorveglianza, che prevede un tampone al primo e al quinto giorno dalla scoperta del caso, mentre con due si va in dad per 10 giorni.

Che senso ha differenziare le regole tra scuola materna e primaria?
Per medie e superiori la norma prevede invece tre diversi step: con un caso di positività si continua ad andare a scuola in presenza e si applica l’autosorveglianza e l’obbligo di mascherine Ffp2; con due casi chi è vaccinato con il booster (terza dose) o guarito da meno di 4 mesi resta in classe, i non vaccinati e i vaccinati e guariti da più di 120 giorni vanno invece in dad; con 3 positivi, tutta la classe resta a casa e segue le lezioni da remoto per un tempo massimo di 10 giorni.

Stiamo facendo gli stessi errori degli anni precedenti, le regole sono le stesse, perché quest’anno dovrebbero funzionare?! Per le scuole superiori la situazione è molto diversa e, a mio avviso, ci sarebbe bisogno di una modifica alle regole! C’è un positivo in classe? Il giorno dopo l’avviso della positività si fa una quarantena di classe di almeno quattro giorni e tutti affrontano almeno un tampone, a seguito di ciò se tutti sono negativi si ritorna, ma mi sembra alquanto inutile far continuare la didattica in presenza se in classe c’è stato un positivo!
Troppe sono le realtà che si dovrebbero affrontare per poter lavorare in modo perfetto contro la pandemia e il governo attuale sta perdendo le idee per combattere il covid!

1 commento

  1. “Che senso ha differenziare le regole tra scuola materna e primaria?”…
    Forse perchè all’Infanzia non esiste nessuna mascherina per i bambini e non è mai esistito obbligo di distanziamento????
    Questo prevede la legge…..purtroppo per i bambini…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Tira» l’abuso e FLASH. Forio, un comune da super eroi

Quando si dice che l’Italia è un paese che ad agosto va in ferie e che è l’unico nel...