sabato, Maggio 15, 2021

UTC, per il Barone arriva un genero “famoso” al “110″%

In primo piano

Ida Trofa | Giacomo Pascale tira dritto sulle assunzioni. Guarda e passa…
Archiviata la pratica “giunta dei veleni” e i mal di pancia interni al suo esecutivo per la mancata assunzione di Giovanni Calise, Giacomo Pascale assume e bandisce il primo dei tanti “110” previsti dal nuovo Piano del fabbisogno. Giacomo tira dritto snobbando l’ultimo attacco della minoranza. Un j’accuse pesantissimo e una diffida ad attuare proprio il suddetto piano del fabbisogno. Come non detto, è stato bandito l’avviso pubblico per l’assunzione a tempo determinato e pieno, ai sensi dell’art. 110, comma 1, d.lgs. 267/00, di un istruttore direttivo tecnico di categoria d, pos. ec. D1, cui affidare l’incarico di responsabile del iii settore lavori pubblici. A bandirlo il responsabile del i settore affari generali Lucrezia Galano, uno dei funzionari finiti suo malgrado nel mirino dei delatori politici e non solo. Tutto avviene alla luce diuna chiacchieratissima programmazione triennale del fabbisogno del personale periodo 2021/2023, approvata con deliberazione di G. C. n. 23 del 23.3.2021. Una delibera di Giunta già finito nel mirino della Procura.

Un posto già assegnata è destinato, pare, al genero di gaetano Grasso. Deus ex machina degli affari edilizi sia pubblici e privati. Si tratterebbe dell’Architetto Enzo D’Andrea. In ogni caso, la partecipazione all’avviso non da alcun diritto all’assunzione essendo la stessa subordinata all’approvazione dei documenti amministrativo, economico e contabili propedeutici come per legge ma, in un’ottica di ottimizzazione dei tempi, ha come fine quello di garantire, nelle more del perfezionamento delle predette fattispecie da parte degli organi comunali competenti, di alcuni dei principi cardine della P.A. quali quello di efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa.

I requisiti sono più che un indizio. Per l’ammissione alla procedura selettiva è richiesto oltre il possesso dei soliti requisiti su cittadinanza, condanne e requisiti morali, il possesso di titoli quali il diploma di laurea magistrale o specialistica in Ingegneria o Architettura o equipollenti. Non saranno ammessi i candidati in possesso del Diploma di Laurea triennale di 1° livello. Ed ancora il requisito professionale con il possesso di comprovata esperienza professionale derivante dall’aver maturato presso pubbliche amministrazioni del Comparto Regioni ed autonomie locali, per un periodo complessivamente non inferiore a 18 mesi, un’esperienza di lavoro con inquadramento nella categoria D, nell’ambito di servizi sostanzialmente corrispondenti a quelli della posizione oggetto della presente selezione. Tutti i titoli dichiarati dai candidati devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dall’avviso di indizione di selezione pubblica per la presentazione della domanda di ammissione. Un assunzione chiarissima, insomma.

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Gli interessati dovranno far pervenire la domanda entro e non oltre le ore 12,00 del 22.4.2021.

MODALITÀ DI SELEZIONE: DECIDE IL SINDACO
La Commissione valutativa, nominata con provvedimento del responsabile competente, procederà ad individuare i candidati da segnalare al Sindaco attraverso l’esame del curriculum vitae e di colloquio, volto ad accertare le conoscenze teorico pratiche richieste dal profilo professionale.
Il Sindaco deciderà il conferimento dell’incarico tra i soggetti inclusi nell’elenco dei candidati ritenuti idonei per lo scopo. Tale procedura non assume in alcun modo caratteristiche concorsuali né determina alcun diritto al posto né dà luogo ad alcuna graduatoria di merito.È facoltà dell’Amministrazione comunale di stipulare un nuovo contratto di lavoro con altro candidato partecipante alla selezione in caso di risoluzione dell’originale negozio per qualsiasi causa intervenuta.

DURATA DEL RAPPORTO
Il rapporto di lavoro avrà la durata di mesi 6, salvo eventuali proroghe, con l’espressa clausola di interruzione al termine del mandato elettivo del Sindaco, fatta salva la decadenza anticipata in caso di non espressa conferma, disposta con atto sindacale.
La durata del rapporto può essere eventualmente prorogabile previa verifica di compatibilità con la programmazione del piano triennale dei fabbisogni del personale 2021/2023.
La modalità di queste assunzioni, seppur formalmente e totalmente legali ed effettuate “in punta di diritto amministrativo”, rappresenterebbe una malpratica e una vicenda su cui è pronta ad aprirsi un’indagine della commissione di controllo contabile (l’opposizione ha già denunciato), nell’attesa che la Procura e la Corte dei Conti facciano le loro valutazioni.
Chissà se si aspettavano i cittadini di Lacco Ameno, già lo scorso settembre di entrare al centro di un ciclone grande come Ischia e, per certi versi, di livello nazionale. Il caso delle concorsopoli ischitane. Un metodo che da mesi scuote le cronache non solo locali e non accenna a fermarsi, e stato andando a scoperchiare una prassi che risulterebbe abbastanza radicata riguardo la gestione del personale politico e degli “uomini del sistema”. Tutto mentre gridavano libertà libertà.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -