Un sensore per autista | 4WD

0

Mentre dalle nostre parti assistiamo impassibili alle inspiegabili ed insignificanti luminarie natalizie molto radical e poco chic ad Ischia Ponte, al parcheggio della Siena ancora cantiere e ben oltre la dead line di settembre scorso, alle piscine comunali chiuse ancora una volta e sversanti non si sa come e dove, ai bus EAV vetusti e alle loro corse insufficienti, all’ASL Napoli 2 Nord e alla malcelata volontà di eliminare l’UTIC dal Rizzoli e al Presepe Vivente di Campagnano che viene meno per non meglio precisati motivi legati alla fuoriuscita di Ottorino Mattera e Luca Spignese dalla maggioranza, altrove ci spernacchiano (e fanno bene) guardando al futuro.

Mi era sfuggito, sin dalla fine di novembre, di accennare alla presentazione, in quel di Merano, del primo servizio pubblico di mobilità su gomma a trazione elettrica e -udite udite- senza autista. Sì, avete capito proprio bene: la cittadina termale in Trentino Alto Adige ha messo a disposizione dell’utenza un accogliente pulmino self guide per quattordici passeggeri, in un giro tangente il centro cittadino della durata di circa dieci minuti e con tanto di guida pronta a dare spiegazioni d’ogni genere.

La gente, che anche nei climi e nei contesti sociali più “freddi” viene sovente riscaldata dalla propria giustificata curiosità, ha accettato di buon grado l’esperimento, dimostrandosi peraltro più che entusiasta di una realtà che solo fino a pochi anni or sono sembrava pressoché inattuabile, specie per un servizio pubblico di trasporto passeggeri: grande sicurezza e un approccio dolce e confortevole ad ogni tipo di manovra da parte dei soli “sensori intelligenti” l’hanno fatta realmente da padroni; in barba a certi autisti in carne ed ossa che, come a Milano l’altroieri, passano col rosso e impattano con un compattarore N.U., facendoci scappare il morto.

Poi ci incazziamo quando qualcuno mette in evidenza le differenze tra nord e sud sulla gestione del “pubblico” e sulla qualità della vita…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui