Un chiodo speciale da un amico lontano | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 27 marzo 2020

0

Ci sono mille modi per far sentire la tua vicinanza ad una persona cara in un momento particolare, pur senza vederla o sentirla spesso e vivendo a centinaia di chilometri di distanza. E ieri ne ho avuto ulteriore dimostrazione.

Antonio Cesaro, amico e fotografo professionista padovano col quale ho condiviso numerose e proficue esperienze professionali qui ad Ischia, ha inviato a mio fratello Tony e a me un oggetto tanto inaspettato quanto gradito, essendo entrambi devoti, come lui, al Santo di Padova: due chiodi in rame del peso di pochi grammi. Ma… leggete il resto!

La basilica di Sant’Antonio fu ultimata nel 1310, esattamente sessantanove anni dopo la Sua morte. La struttura in legno delle otto cupole fu realizzata con carene di navi veneziane in disarmo, le cui lastre di piombo utilizzate per la copertura furono fissate con migliaia di chiodi in rame, poi rimossi nel 1998 durante l’ultima ristrutturazione e diventati, evidentemente, oggetti-ricordo di quel tempio stupendo che almeno una volta nella vita un fedele dovrebbe visitare.

Bellissima la riflessione sul foglio che accompagna ciascuno di quelli che vengono definiti chiodi “con profumo di santità”, che ricorda come “per settecento anni avevano vibrato al suono dei canti gregoriani, che quotidianamente avevano assistito dall’alto alle funzioni religiose e ricevuto migliaia di benedizioni”, raccomandando a chi ne riceve uno che “non dovrà mai essere mercerizzato, ma conservato in memoria di Sant’Antonio da Padova”.

Ogni chiodo come questo, realizzato a mano nel 1200, a suo tempo valeva più di una pecora. Oggi, invece, in un mondo impegnato senza soluzione di continuità a ricercare a tutti i costi i più disparati valori materiali, un gesto come quello del nostro amico Antonio mi riporta all’essenza delle più preziose relazioni umane, che sembra ormai smarrita da tempo e che invece, nel mio piccolo, cerco di conservare e proteggere gelosamente.

Grazie, Antonio! E arrivederci a presto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui