Tutti i vantaggi di controllare regolarmente i denti professionalmente

1

Intervistando 100 persone e chiedendo loro chi sia il dentista, si otterrà come risposta che questo medico è colui che si occupa di “curare il mal di denti”. In realtà questo è vero per metà. Il dentista non ha solo il ruolo della cura, ma anche quello importantissimo di prevenire i problemi, evitandoli. Quando si tratta di denti questo è ancora più importante: non a caso uno dei più famosi slogan del settore diceva “prevenire è meglio che curare”.

Il mal di denti, infatti, è uno dei dolori più severi che ci siano, anche perché spesso si presenta improvvisamente senza particolari avvisaglie rilevanti. La causa di evoluzioni drastiche è da ricercarsi nella sottovalutazione del problema. In questo senso il controllo periodico dal dentista deve essere fatto regolarmente: l’ideale sarebbe due volte all’anno, il minimo una.

Tali controlli (o uno su due) vanno associati, ovviamente, a una regolare e quotidiana igiene dentale domestica. Controlli più frequenti o comunque anche prima dei 6 mesi, vanno fatti se ci sono episodi ripetuti di sanguinamento dalle gengive, sinonimo spesso dell’insorgere di un problema, o in caso di tendenza a parodontite.

Come funziona la visita dentistica?

Su www.studiovirzi.com puoi conoscere nel dettaglio come funziona una visita dal dentista e se hai domande puoi contattare il personale dello studio. In tutti i casi, per dare un’idea possiamo dire che il controllo ha lo scopo di indagare e valutare la situazione della bocca a scopo prevenivo. La visita dura 30-45 minuti di solito, ma dipende dai casi.

Questo appuntamento è molto importante perché è la sede in cui si decide se ci sono lavori da fare. Si verificano i vari aspetti della bocca, il funzionamento del meccanismo, lo stato delle parti molle (i tessuti) e ovviamente i denti. In questo modo si possono individuare infezioni, infiammazioni, traumi, la presenza di vesciche, carie, piccole fratture etc.

Il paziente durante l’ispezione deve tenere la bocca aperta, eseguendo eventuali movimenti su richiesta dello specialista, che possono essere necessari per fare una diagnosi. In questa sede se il dentista si trova davanti a una bocca problematica, può essere che raccomandi di accorciare i tempi fra un controllo e un altro.

I vantaggi di fare controlli periodici

Una visita regolare dal dentista ha diversi vantaggi sia in termini di salute che economici. Nello specifico:

  • Si prevengono problemi come parodontite e gengiviti,
  • si riescono a curare sul nascere le carie,
  • si elimina il tartaro,
  • si evita che si rovini il canale radicolare del dente.
  • Si evita la degenerazione di situazioni patologiche.

Tutto questo significa che si risparmia sulle prestazioni del dentista, che per cure più approfondite e invasive ha un tariffario superiore rispetto ai soli controllo e pulizia. Il costo di una visita di controllo, comprensiva di igiene dentale, dipende dallo studio medico e dal tempo indispensabile per un perfetto risultato. Un tariffario economico, non è sempre prova di un lavoro svolto male, così nemmeno il contrario: quello che bisogna valutare nella scelta è che ci sia personale altamente specializzato.

1 commento

  1. Lo consiglio sempre ai miei clienti di non attendere più di 6 mesi per fare una nuova visita di controllo… Anche perchè risolvere problematiche prese per tempo è ben diverso dal far fronte a danni molto complessi dovuti all’incuria

Rispondi a Paola Falchetti Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui