Turista cade a Ischia e muore ad Arezzo, indagato medico del Rizzoli

Domani l'autopsia. Atto dovuto da parte della Procura di Arezzo

0

C’è un medico indagato nel caso del turista morto dopo la vacanza a Ischia. L’uomo, 81 anni, ad agosto era caduto dalle scale in albergo, riportando dei traumi e dopo l’infortunio era stato visitato al pronto soccorso dell’Ospedale Anna Rizzoli di Lacco Ameno.

Dimesso, nei giorni successivi non si sentiva bene e così aveva deciso di tornare a Vicenza, dove viveva in una residenza per anziani. Ma nel tragitto le sue condizioni sono peggiorate ed è deceduto a bordo di una ambulanza privata. Al pronto soccorso del San Donato è arrivato senza vita. Era il 28 agosto scorso.

La procura di Arezzo con il pm Angela Masiello ha aperto un’inchiesta, coordinandosi con quella di Napoli che sulla base degli accertamenti ha indagato, come atto dovuto, il medico che a Ischia si occupò dell’81enne.

Si devono valutare eventuali negligenze, omissioni o imprudenze e per questo è necessaria l’autopsia. L’avviso di garanzia consente alla persona indagata di nominare un suo consulente. L’esame autoptico è in programma domani e l’equipe di medicina legale dovrà rispondere ai quesiti sulle esatte cause di morte. Da appurare se c’è un nesso di causa ed effetto tra caduta e morte e se i traumi furono valutati male. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui