Troppe beccacce. Michele Regine e Sergio Buono bloccati in Bulgaria

22

Battuta di caccia amara per Michele Regine e Sergio Buono: le forze dell’ordine bulgare sequestrano l’auto e il fucile

 

Sono quattro i cacciatori ischitani coinvolti nello spiacevole episodio capitato a seguito di una battuta di caccia in Bulgaria, una meta nota ormai da anni per gli appassionati della caccia alla beccaccia e che tanti ischitani raggiungono puntualmente per qualche giorno all’anno alla ricerca della “regina del bosco”.
Tra di loro, Sergio Buono, ingegnere e Assessore al Comune di Barano, il Presidente del Consiglio Comunale di Forio, l’avvocato Michele Regine, Giuseppe Caruso, imprenditore edile e patron insieme al figlio della pizzeria Carusino e un altro cacciatore, Peppe, del quale non conosciamo il cognome.
Le versioni di quanto capitato a questi cacciatori sono contrastanti, ma il risultato non è stato certo un biglietto da visita esaltante per la nostra Isola: i quattro sono stati fermati alla dogana nel rientrare dalla Bulgaria, quindi al confine tra Bulgaria e Grecia, e gli è stato contestato di trasportare con sé non solo un numero di beccacce (76) superiore a quello dichiarato sull’apposito certificato di espatrio rilasciato dall’autorità veterinaria locale a seguito di pagamento del costo unitario dei capi abbattuti, ma anche il trofeo di un capriolo, la cui esportazione dal paese di origine, al pari della stessa possibilità di abbatterlo, è regolata da norme estremamente restrittive.
La contestazione ai quattro ischitani da parte dei doganieri e dei poliziotti bulgari è parsa estremamente mirata, perché non ci si riesce a spiegare la presenza al loro passaggio frontaliero di una troupe televisiva già pronta a riprendere la scena del fermo, la selvaggina, le armi e le auto sequestrate.
La vicenda, che starebbe per essere risolta, sembra sia legata proprio al numero di selvaggina. In pratica, su un atto sarebbe riportato il numero di 76 beccacce mentre l’autorizzazione sull’espatrio ne erano riportate solo 26.
Sì, perché evidentemente il soggiorno venatorio degli Ischitani deve in qualche modo aver pestato i calli a qualche organizzatore locale dal quale, per quanto è dato sapere, Sergio Buono, Michele Regine e compagni devono essersi distaccati organizzandosi in autonomia. Intanto oltre ad aver subito come detto tali rigorosi sequestri (l’auto di Sergio Buono e i fucili sono ancora bloccati in Bulgaria!), i nostri cacciatori compaesani saranno costretti a procedure giudiziarie internazionali tutt’altro che semplici e, soprattutto, particolarmente onerose. Nel frattempo, le loro foto hanno riempito per giorni le televisioni e i quotidiani di tutta la Bulgaria.

22 Commenti

  1. Avrebbero dovuto metterli in galera : gente che caccia beccacce uccelli in via di estinzione non solo è da condannare ma va anche punita severamente . Questi sono ricchi sfondati e del danno al pianeta non gli frega nulla. In galera !!!

    • Patrizio dimmi per favore a quali “studi scientifici” hai fatto riferimento per affermare che la beccaccia è specie in via di estinzione!!!Prima di scrivere C@@@ate almeno INFORMATI!!!! Ogni specie OGGETTO DI CACCIA nell unione europea NON E’ IN VIA D’ESTINZIONE!!In galera devono andarci tutti gli IGNORANTI come te!!!

    • C’è un solo uccello in via di estinzione… mettilo in salvo.
      Altrimenti punisciti severamente.
      kaput!!In galera !
      E facci vedere il tuo ministero !!!
      E che fine che abbiamo fatto……
      Meglio riderci va…..

  2. La differenza tra noi e gli zingari sta nel fatto che noi diamo da mangiare a loro quando loro vengono a rubarci in casa , loro invece cercano di mettercelo nel posteriore per 4 euro quando siamo a casa loro , per di più a portare loro soldi che non vedrebbero nemmeno se zappassero uno stadio intero al giorno.
    Ho smesso di andare in Bulgaria da diversi anni perché mi sono sempre sentito preso per il deretano da chi in realtà avrebbe dovuto accogliermi, se non altro per i soldi che incassavano .
    Tralascio i commenti di chi non ha i requisiti minimi intellettivi per parlare di caccia , figuriamoci di diritto internazionale….
    Si tratta di truffa da parte di agenzie private bulgare ai danni dello stato bulgaro e dei nostri concittadini.
    È in corso indagine fiscale ai danni della agenzia di cui sopra, per aver fornito falso certificato, ed aver incassato circa il triplo di quanto dichiarato.
    Naturalmente l’ischitanucolo di basso profilo legge solo “beccacce”….
    Se li fermavano in dogana con 3kg di cocaina probabilmente nessuno parlava .
    La caccia alla beccaccia , per i saputelli locali, è autorizzata in tutto il mondo perché trattasi di selvatico non a rischio di estinzione , con un ottimo indice cinegetico di abbondanza.
    In Italia esiste un numero massimo di beccacce per ogni cacciatore pari a 20 annue, 3 al giorno.
    In Bulgaria, per evidenti ragioni pecuniarie, non ci sono limiti .
    Quindi è legale anche abbatterne più di 1000 ….
    Basta pagare .
    Naturalmente i signori anti caccia italiani ( in Bulgaria non esistono) non vanno in Bulgaria a difendere la natura …chissà…magari potrebbero porre qualche limite ….
    Immagino il risultato, sarebbe come andare in Colombia a dire di non coltivare la coca.

  3. qualcuno di loro ha pure la faccia come il culo di mettersi in politica,alleato con quel capuziello mezzo mafioso paesano Li.
    sciu’..vergogna!!!
    tranquilli che i bulgari non ve la fanno passare liscia,non e’ ischia.
    amen
    ps
    per i difensori da tastiera: la beccaccia e’ a rischio di estinzione: fa parte delle 57 specie,su 537,in europa a rischio di estinzione.( il web per cosa lo usate? per vedere le puttane sbarcate a ischia?)

    • Visto che non guardi le puttane e difendi l’uccellino,” sul web , saresti così gentile da incollare il link che riguarda l’estinzione della beccaccia?
      Possibilmente non WWF, lipu, enpa , giovani marmotte …per loro anche i gabbiani sono a rischio estinzione .
      Sono 10 anni che mi interesso allo scolopacide dal punto di vista scientifico e ad oggi si parla di presenza ottimale , grazie ai parchi che insistono in tutto il paleartico occidentale .
      Gli unici che studiano la beccaccia in modo scientifico sono appartenenti ad associazioni di cacciatori .
      Leggi amici di scolopax, fanbpo, etc… che hanno speso tanti soldini in trasmettitori gps per lo studio del selvatico.
      Se poi mi parli di riduzione delle svernanti in territorio italiano, leggi bene le pubblicazioni …. si parla di cessata vocazione dei territori per motivi infrastrutturali legati alla mano dell’uomo ( non del cacciatore) …. meno Pascoli più pale eoliche .
      Tutta roba ecosostenibile, per chi, come te, non sa di cosa sta parlando.

  4. uno dei tant
    sito web del corriere della sera:http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2004/11_Novembre/08/uccelli.shtml?refresh_ce-cp

    copia “In Italia il quadro non è confortante. Tra le 36 specie cacciabili, otto (mestolone, moretta, moriglione, pavoncella, combattente, beccaccino, fullino e beccaccia) sono in declino…..
    per la situazione in Europa,invece,se la vada a cercare Lei,”signore ” cacciatore tutto so io. e non mi venga a dire che il corriere è appoggiato dagli ambientalisti,ai quali lei vuole molto bene.
    Intanto,mi faccio una bella risata…lei non si reca più in zingarilandia perché ha paura che le fanno la tubbiera ah ?
    se vuole le invio alcune foto,di quello che si trova nei boschi ischitani,di rifiuti ecosostenibili lasciati dai suoi colleghi…non so lei.scoppettaro sapientone.

    auf-widersehen

    • Il link inoltrato dal sig. Alberto C riguarda un rapporto della Lipu quindi di parte, scritto da Emilio Nessi e datato 08 Novembre 2004. Complimenti sig. Alberto, un articolo aggiornato. Se non sbaglio oggi è il 16 Gennaio 2017.
      Si scrive Auf wiedersehen…..ignorante…..

  5. Il link inoltrato dal sig. Alberto C riguarda un rapporto della Lipu quindi di parte, scritto da Emilio Nessi e datato 08 Novembre 2004. Complimenti sig. Alberto, un articolo aggiornato. Se non sbaglio oggi è il 16 Gennaio 2017.
    Si scrive Auf wiedersehen…..ignorante…..

  6. Che fai non sai leggere ???
    Mi invii un rapporto della lipu??
    Dai… puoi fare di meglio
    Trova qualcosa del WWF…. oppure dell enpa …
    Cioè , è come chiedere al gay pride le cause della diffusione del hiv….
    Ti diranno : tutta colpa degli eterosessuali .
    Mi faccio una risata, grazie per avermi ancora una volta messo il buon umore .
    Mitico!

  7. Inoltre lo ” studio” è datato 2004 , quando ancora non erano stati intrapresi gli studi overland che hanno ridicolizzato le tesi quaquaraquà ….
    Un po’ vecchiotto per tirarlo in ballo ….
    Si parla di fringuello come specie cacciabile…. ma forse non sai nemmeno come sono fatti i fringuelli e le beccacce .
    La beccaccia è quella dal becco lungo, lo si capisce anche dal nome …
    Il fringuello non è più cacciabile da anni.
    In ultimo ti riferisco che in Italia la caccia alla beccaccia chiude tra pochi giorni mentre in Francia , dove pongono molta attenzione alla conservazione della specie, chiude al 20 febbraio…. cioè , in Italia non si può e in Corsica si.
    La differenza tra la Francia e l’Italia è palese : oltralpe gli ambientalisti hanno studiato, in Italia si autoproclamano, hanno la r moscia, e non solo.

  8. Partiamo dal fatto che non è ricetta medica andare a caccia in questi paesi, se ci andate e gli portate dei soldi fatti vostri ma di certo questo non vi autorizza a fare quello che volete non rispettando le leggi e sopratutto non lagnatevi!!

  9. l\episodio di cronaca,sopra elencato,rappresenta l’ennesima evidenza di quanto Voi scoppettari,Siete dei grandi rispettosi delle regolamentazioni vigenti.Ennesimo episodio lampante,di quanto vi sta bruciando il culo.
    Doppio scuorno,in virtù del fatto che alcuni di loro sono ANCHE personaggi pubblici\politici.nonche’ professionisti,vedete voi in che mani stiamo,
    e avete pure il coraggio di lagnarvi.
    saro’ pure ignorante,ma voi camminate in giro con la scritta SCUORNO in fronte e manco ve ne rendete conto.
    e vi fate inculare da 4 zingari,che di leggi a quanto pare ne sanno più’ di voi.e io sarei l’ignorante?il capriolo dove lo tenevano nascosto?
    ve la volete prendere con La LIPU..il giornalista del corriere etc etc……
    SCIU !!!!

    • Qui potrebbe scattare denuncia per diffamazione …. hai appena affermato che l’ingegnere Buono e la sua compagnia è stata “inculata” da 4 zingari … nonché devono camminare con la scritta “scuorno” .
      Io mi fermo qui , come al solito il livello rende la realtà meschina.

  10. Nessuno ha violato la legge.
    Trattasi di truffa, leggi bene.
    Evasione fiscale e furto a danno dello stato bulgaro da parte di iuna agenzia bulgara statale .
    Quindi si prospetta un bel casino per i veri colpevoli.
    Se questo accadeva a due turisti qualsiasi italiani in viaggio di nozze … oggi si parlava di indignazione e truffa.
    Il resto è demagogia .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui