Trasporti, covid e assembramenti sui porti: martedì summit in Regione

Summit in Regione. Pronta la modifica del piano orario per evitare assembramenti e consentire imbarchi e sbarchi in sicurezza

1

Gaetano Di Meglio | La strategia di Enzo Ferrandino è quella di farci abituare alla sciatteria. Ma gliela lasciamo a lui, a Paolo Ferrandino e ai suoi consiglieri comunali. Una sciatteria che produce danni, incalcolabili, sul territorio.
Uno dei problemi più caldi di questa estate è il fenomeno degli assembramenti, il pericolo ad essi connesso e, cosa ancora più grave, la sciatteria e l’immobilismo dell’amministrazione comunale di Ischia.
Un altro sindaco e altri consiglieri comunali avrebbero già trovato una soluzione, battuto i pugni sul tavolo e gridato urbi et orbi la soluzione. Ischia no. Ischia pensa ad altro, all’acqua a Campagnano e al depuratore di San Pietro. Due argomenti dove si possono dare e gestire appalti e fare lavori pubblici. Con gli assemrbvamenti e la sicurezza dei turisti c’è poca trippa pera gatti.
Silenzio mediatico e istituzionale che aggrava, sempre di più, la posizione di Ischia nel panorama delle località turistiche che si rispettano.

Martedì prossimo, alle 15.00, presso gli uffici della Regione Campania (proprio come avevamo sollecitato nei giorni scorsi) le Compagnie marittime, la Capitaneria e gli uffici regionali discuteranno di una possibile variazione del quadro orari che consenta una più confacente gestione dei porti di Ischia e di Casamicciola.
Una riunione figlia del tavolo prefettizio del 28 luglio e della valutazione dei big data sui trasporti marittimi. E’ trascorso un anno da quando diciamo che solo la gestione delle informazioni dei dati delle compagnie di navigazione ci può permettere di gestire il fenomeno in maniera moderna, efficace e puntuale. Dalla prefettura, infatti, avevano comunicato che “verranno analizzati i dati degli ultimi due fine settimana, relativi alle vendita di tale tipologia di biglietti, valutando se necessario apposite campagne informative per la clientela, a cura delle Società di Navigazione.”
Ops, le compagnie di navigazione comunicano i dati e le istituzioni si organizzano e gestiscono i flussi. Proprio quello che avevamo proposto noi quando la migliore idea del comune di Ischia su il parcheggio ex guerra e i cartelli colorati per compagnia. Nel mondo di Alexa, noi procediamo con l’abbecedario!

Il comunicato “genesi” del summit di martedì
Nel pomeriggio odierno (martedì 28 luglio, ndr), si è svolta, presso il Palazzo di Governo, una riunione inerente la problematica concernente la gestione dei flussi di passeggeri da e per le isole del golfo, presieduta dal Prefetto di Napoli, Marco Valentini, alla presenza del Presidente della Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti della Regione Campania, dei Direttori generali delle A.S.L. Napoli 1 e 2, dei Sindaci di Ischia, Capri e Procida, del Presidente dell’Autorità Portuale, dei rappresentanti delle Forze dell’ordine, della Capitaneria di Porto e delle Compagnie di Navigazione.
Allo scopo di scongiurare un non ordinato afflusso di turisti e viaggiatori presso le banchine e in prossimità dei luoghi di imbarco e di assicurare il rispetto delle disposizioni normative per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, è stata discussa l’opportunità di incrementare il ricorso alla bigliettazione andata-ritorno. Al riguardo, verranno analizzati i dati degli ultimi due fine settimana, relativi alle vendita di tale tipologia di biglietti, valutando se necessario apposite campagne informative per la clientela, a cura delle Società di Navigazione.
La Regione Campania organizzerà un tavolo tecnico con i Sindaci dei Comuni interessati, le Capitanerie di Porto e le Compagnie di Navigazione per la valutazione in ordine alla rimodulazione degli orari delle corse di traghetti e degli aliscafi, evitando, ove possibile, sovrapposizioni e duplicazioni in alcuni orari dei fine settimana e per la programmazione di corse occasionali.
Inoltre, su disposizione del Prefetto, verranno intensificati i controlli in atto da parte delle Forze dell’ordine e della Capitaneria di Porto, mentre i Sindaci delle isole del golfo assicureranno la costante vigilanza delle polizie locali nonché la predisposizione di aree di attesa e parcheggio opportunamente distanziate dalle zone di imbarco e di sbarco.

1 commento

  1. Per la serie Esopo news-

    Poiché quando parliamo in italiano non capiscono (o fanno finta di non capire) (o fanno finta di non leggere) (o fanno finta di qualche altra cosa) allora provo a dirglielo in napoletano con l’aiuto di un ben noto proverbio: “Santa Chiara, ropp’arrubbata, facetter ‘e porte ‘e fierro”.

Rispondi a Bruno Mancini Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui