Traffico & diporto: bisogna fare molta attenzione

0

Mentre si attiva il divieto di sbarco a terra, quello che succede a mare, invece, inizia ad essere preoccupante. L’assenza di campi boe attrezzati e di una libertà di “circolazione” marina più spinta, anche soprattutto a molti inesperti al timone, aumenta il rischio per i diportisti.
Ieri, ancora una volta, la baia dei Maronti, al pari delle altre, è statala meta preferita di molti amanti del mare. L’uso della barca, infatti, oltre ad essere una scelta di “sicurezza” da Covid è la risposta di molti al caro ombrellone che la politica non ha saputo gestire.
Per l’appunto, ieri, una imbarcazione ha perso il governo e con l’abbrivio è andata a sbattere sugli scogli vicini al Porto di Lacco Ameno. Un rimorchiato avvenuto con l’ausilio di un mezzo nautico in servizio nel vicino porto di Lacco Ameno che. Un evento, per fortuna senza gravi conseguenze ma che, al tempo stesso, ci permette di poter sottolineare alcuni dettagli importanti.
E’ fondamentale, infatti, che i diportisti prestino massima attenzione alle verifiche sull’efficienza delle imbarcazioni prima di intraprendere la navigazione. Inoltre è importante il rispetto delle norme di sicurezza in mare, sia per la velocità che per la distanza dalla costa, oltre alle norme di navigazione per prevenire gli abbordi in mare. Sono queste le indicazioni che arrivano dalla Guardia Costiera di Ischia che, già dalle prossime ora, intensificherà i controlli a mare con l’ausilio di tutte le unità a disposizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui