fbpx

Strada chiusa a Casamicciola, la diffida di Luigi Mennella per la riapertura

L’ex sindaco chiede la revoca in autotutela dell’ordinanza commissariale. Il commissario Calcaterra non poteva adottare il provvedimento perché la competenza su quel tratto viario è del presidente della Regione. E comunque tali ordinanze devono essere adottate dal responsabile dell’ufficio comunale competente. Per Mennella sussistono le condizioni di sicurezza mentre sono gravi i disagi e i danni anche economici causati dalla chiusura

Must Read

E siamo a due! Dopo l’avv. Paolo Rizzotto, sulla chiusura al traffico della ex SS 270 a Casamicciola ora interviene anche l’ex sindaco Luigi Mennella, con una diffida e messa in mora indirizzata al Comune, al commissario prefettizio dott.ssa Simonetta Calcaterra, al prefetto di Napoli, al dirigente del Commissariato della Polizia di Stato di Ischia, al questore di Napoli e al procuratore della Repubblica di Napoli.

Mennella innanzitutto ritiene illegittima l’ordinanza del commissario Calcaterra essendo tale tratto di strada di competenza della Regione e che comunque un provvedimento di tal genere deve essere adottato dal dirigente dell’ufficio preposto. E pertanto ne chiede la revoca in autotutela Evidenzia come sia possibile riaprire la strada in sicurezza ed elenca i disagi e i problemi arrecati dalla chiusura.

La nota ha appunto ad oggetto: «Diffida e messa in mora a provvedere alla revoca parziale, immediata, in autotutela, dell’Ordinanza del Commissario Straordinario del Comune di Casamicciola Terme n. 22 del 27.11.2022, avente ad oggetto la chiusura al traffico delle strade cittadine».

Ed ecco il testo della diffida: «Il sottoscritto arch. Luigi Mennella, nato a Casamicciola già Sindaco e Consigliere Comunale del Comune di Casamicciola Terme, del Gruppo Casamicciola Sicura, è da sempre intervenuto per il controllo dell’attività amministrativa, Il sottoscritto, pertanto, ai sensi e per effetto delle normative vigenti, comunica quanto indicato nella presente nota di diffida e messa in mora, finalizzata alla parziale revoca immediata, in autotutela, dell’ordinanza del Commissario Straordinario n. 22 del 27.11.2022.

Premesso che il Commissario Straordinario, dott.ssa Simonetta Calcaterra, ha emesso l’ordinanza n. 22 del 27.11.2022, avente ad oggetto la chiusura al traffico delle strade cittadine del Comune di Casamicciola Terme, in seguito all’emergenza frana;

la stessa ordinanza è stata emessa su proposta sottoscritta dal Responsabile dell’Area V Vigilanza tenente Salvatore Di Noto Morgera;

su tale strade, in cui è vietata la circolazione, è ricompreso, al punto A) comma 1, il tratto della ex SS. 270 tra l’incrocio di corso Luigi Manzi con via Salvatore Girardi (altezza bar Topless) e la famosa via Pozzillo, (strada di confine con il limitrofo Comune di Lacco Ameno);

tale tratto di strada vietato, è ricompreso nel centro abitato del Comune di Casamicciola Terme;

l’intero anello stradale, che era denominato Strada Statale n. 270, che collega tutti i sei Comuni dell’Isola d’Ischia, in cui è ricompreso tale tratto vietato, è di proprietà della Regione Campania, alla quale pervenne dall’ANAS spa con contratto dell’anno 2001;

l’art.6 comma 1, del Codice della strada, prevede espressamente che solo il Prefetto, per motivi di sicurezza pubblica, o inerenti alla sicurezza della circolazione, etc., può sospendere, temporaneamente, la circolazione, su tali tipi di strade statali, regionali o provinciali o su tratti di esse;

l’art 5 comma 3, del Codice della strada, prevede espressamente, come in questo caso, che solo il Presidente della Giunta Regionale della Campania, proprietaria del tratto di strada, possa emettere ordinanza per disporre, per motivi di sicurezza pubblica, per il tempo strettamente necessario, la sospensione della circolazione;

l’art. 107 comma2 del TUEL di cui al D.lgs. n. 267 del 18.08.2000, specifica che spettano ai dirigenti, o in mancanza di essi, ai Responsabili dei servizi, tutti i compiti, compresa l’adozione degli atti e provvedimenti amministrativi che impegnano l’amministrazione verso l’esterno;

nel caso degli atti di regolamentazione della circolazione, con l’approvazione del TUEL, la competenza della loro adozione è stata trasferita al Dirigente e/o Responsabile competente: in particolare all’interno dei centri abitati, la competenza non è più del Sindaco o in questo caso del Commissario Straordinario, ma del competente dirigente o, in assenza della dirigenza, del responsabile del servizio o ufficio;

l’ordinanza n. 22 del 27.11.2022 è stata firmata in modo illegittimo ed illegalmente dal Commissario Straordinario di Casamicciola Terme dott.ssa Simonetta Calcaterra;

COLLEGAMENTI VITALI INTERROTTI

«Considerato che la chiusura di tale tratto di strada interrompe, oggi 30 novembre 2022, senza un valido motivo, i collegamenti vitali tra le sei comunità dell’Isola d’Ischia, costringendo la concentrazione della circolazione veicolare su tratti stradali dell’Isola che non sono tecnicamente predisposti al relativo transito;

tale tratto vietato impedisce la possibilità ai pendolari sanitari, provenienti dalla terraferma, del vicino Ospedale Anna Rizzoli, di essere presenti nel nosocomio con puntualità con l’eliminazione /riduzione, di fatto, di un turno di lavoro creando gravi problematiche ai degenti ed ai pazienti in arrivo al pronto soccorso;

tale tratto vietato impedisce ai familiari di gran parte dei degenti di poter raggiungere l’Ospedale per far visita e per chiedere notizie sui propri cari; e tale tratto vietato impedisce alle persone di poter svolgere analisi ed accertamenti clinici presso l’unica struttura ospedaliera dell’Isola d’Ischia, con grave danno alla salute dei cittadini isolani; tale tratto vietato impedisce ai pazienti in dialisi di ricevere nei tempi necessari le cure previste, essendo in centro dialisi posizionato nel Comune di Ischia; tale tratto vietato impedisce ai pazienti oncologici di ricevere, nei tempi necessari, le cure previste, essendo il centro medico ubicato nel Comune di Ischia, presso l’ex Casa di Cura San Giovan Giuseppe; tale tratto vietato impedisce di raggiungere gli uffici pubblici come il Tribunale, l’Agenzia delle Entrate, lo sportello INPS, il Commissariato della Polizia di Stato, etc che sono, da sempre, tutti ubicati nel Comune di Ischia; tale tratto vietato impedisce ai pendolari ed ai residenti nei Comuni dell’Isola, di poter raggiungere il Comune di Ischia, il cui Porto, è, al momento, l’unico completamente operativo per il transito di aliscafi e traghetti; tale tratto vietato impedirà a tantissimi alunni, dell’Isola d’Ischia, di poter frequentare gli Istituti superiori come Liceo Classico, Liceo Scientifico, Istituto Alberghiero, Istituto Tecnico Navale etc. tutti ubicati nel Comune di Ischia, nel momento in cui gli stessi saranno riaperti; tale tratto vietato impedisce, di fatto, agli abitanti del Comune di Casamicciola Terme di poter raggiungere le attività commerciali, ed in particolare, quelle necessarie per la salute, quale, ad esempio, la farmacia ubicata in Piazza Marina; tale tratto vietato ha bloccato, di fatto, la già esile economia del Comune termale ormai allo stremo, in seguito all’evento sismico del 21 agosto 2017 ed alla recente Pandemia Covid-19; con il perdurare della chiusura, contestualmente, chiuderanno le poche attività commerciali rimaste, faticosamente aperte, rendendo la tragedia della frana ancor più grave per il Comune di Casamicciola Terme;

Considerato inoltre che il tratto di strada regionale vietato è stato già reso fruibile, nella quasi totalità, con la eliminazione del fango e dei detriti dovuti alla frana che ha colpito la parte alta del Comune di Casamicciola Terme, grazie al pronto intervento dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, anche senza alcun tipo di coordinamento degli organi preposti a ciò;

la presenza massiccia di personale dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile e delle Forze dell’Ordine sul territorio del Comune, con i relativi mezzi meccanici, pur senza un visibile coordinamento esterno, può garantire e garantisce una immediata fruizione del tratto di strada citato, in sicurezza, per l’intera popolazione dell’isola;

con i potenti mezzi della Protezione Civile Nazionale e Regionale, è possibile illuminare, con immediatezza, l’incrocio del piazzale Ancora, al momento lasciato completamente al buio nelle ore serali;

Tutto ciò premesso e considerato, il sottoscritto arch. Luigi Mennella, DIFFIDA E METTE IN MORA, ad ogni effetto di legge, tutti i responsabili degli Uffici Comunali, in indirizzo indicati, “richiedendo l’immediata revoca, in autotutela, dell’Ordinanza del Commissario Straordinario del Comune di Casamicciola Terme, dott.ssa Simonetta Calcaterra, n. 22 del 27.11.2022, avente ad oggetto la chiusura al traffico delle strade cittadine limitatamente al tratto di strada, in cui è vietata la circolazione, indicato, al punto A) comma 1, della stessa ordinanza, e cioè il tratto della ex S.S. 270 tra l’incrocio di corso Luigi Manzi con via Salvatore Girardi (altezza bar Topless) e la famosa via Pozzillo (strada di confine con il limitrofo Comune di Lacco Ameno)”.

Riservandosi ogni azione a tutela dei vessati cittadini di Casamicciola Terme».

1 commento

  1. Chi si oppone alla riapertura anche parziale dell’asse viario molto probabilmente non deve passare dalle due alle quattro volte al giorno per quella strada di merda che collega Serrara, Barano a Ischia. E non perchè banalmente “ci si mette di più, mi devo alzare prima”, ma perchè oggettivamente quel tratto coì tortuoso è inidoneo a sostenere il volume di traffico di un’intera Isola, col passaggio indiscriminato di autobus, camion e la guida a cazzo di molti automobilisti. E francamente ho visto più parracine franabili e terrapieni erosi sulla strada di SerraraFontana di quanti ne lasciava presagire il Rarone.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»