fbpx
HomeaperturaStazione dei Carabinieri, lavori extra per l’immobile al Rione Genala

Stazione dei Carabinieri, lavori extra per l’immobile al Rione Genala

Il ritorno della Stazione Carabinieri di Forio in una caserma ubicata sul territorio dopo il trasferimento a Casamicciola nel 2014, richiederà al Comune ulteriori lavori per il miglioramento sismico dello stabile individuato. Come è noto, si tratta dell’immobile di proprietà comunale ubicato al Rione Genala, un tempo sede del Comando della Polizia Locale e successivamente adibito ad uffici del Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta “Regno di Nettuno”. L’Ente ne era già ritornato in possesso nel 2019 impegnando per i lavori previsti la somma di 100.055 euro su progetto dell’arch. Marco Raia. Ma prima di poter utilizzare i locali concessi in comodato d’uso gratuito all’Arma, occorre appunto provvedere alla messa in sicurezza.

Lo stesso Raia aveva già affidato la valutazione di vulnerabilità sismica all’ing. Igino Cianciarelli. Questa valutazione è passata al vaglio della Prefettura di Napoli, che ha chiesto al Comune di eseguire una serie di interventi per il miglioramento sismico.

I costi aumenteranno di circa 50.000 euro, ma Del Deo non si è tirato indietro su quello che è sempre stato un suo “cavallo di battaglia”. L’arch. Raia ha dunque riformulato il precedente progetto che prevedeva la sola manutenzione straordinaria, aggiungendo il miglioramento sismico. Il che porta il conto complessivo a 159.198 euro, di cui 115.287 per i soli lavori veri e propri. C’è dunque qualcosa da aggiungere alla somma già impegnata nel 2019.

La Giunta ha proceduto a tambur battente ad approvare il progetto esecutivo confermando rup l’arch. Nicola Regine.
Adesso bisognerà appaltare i lavori ed eseguirli prima che i foriani possano salutare il ritorno dell’Arma sul territorio dopo tanti anni di attesa.

Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui