Stampa sportiva e sistema calcio: unu ‘ntinn? | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 30 luglio 2020

0

Ho avuto un confronto interessante con l’amico Leonardo Calise su WhatsApp dopo Inter-Napoli di martedì sera. Lo scambio di messaggi non voleva certo sfociare nel piagnisteo, anche in considerazione del fatto che il campionato degli azzurri è ormai pregiudicato da tempo, quanto a morale, stimoli e obiettivi; e con tutta probabilità, solo il prossimo 8 agosto rivedremo finalmente una partita vera e giocata al 100%, accada quel che accada.

Quel che diventa, però, molto più stimolante è la valutazione sull’andamento dell’intero campionato, pausa lockdown compresa. E anche in questo caso non intendo in alcun modo tirare in ballo la mia convinzione di una competizione ormai falsata in tutto e per tutto perché… già sapete.

Leo concordava con me sulla teoria che questo a dir poco anomalo inizio di stagione 2019/2020 targato Ancelotti a tutto tondo, culminato con l’esonero-farsa del tecnico felsineo e con l’altrettanto comico e incredibile ingaggio all’Everton dopo neppure dieci giorni, abbia compromesso fortemente le ambizioni del Napoli, complice anche una politica societaria a dir poco discutibile avallata dallo stesso tecnico in tema di acquisti, multe e gestione dei rinnovi contrattuali.

Fino a che punto, però, può essere ritenuta questa l’unica causa dei mali del Napoli, senza considerare cosa sarebbe accaduto qualora, secondo un criterio valido per tutti, almeno quindici episodi determinanti decisi a danno del Napoli in gare poi terminate con una mancata vittoria o, addirittura, una sconfitta, fossero stati risolti con una decisione in linea con il trattamento riservato, invece, alla “solita nota”?

Emblematico fu, in questo senso, Fabio Caressa di SkySport, quando dopo il rigore per fallo di Zielinski durante Fiorentina-Napoli tenne a dire qualcosa del tipo: “Fateci l’abitudine, la regola è questa”. Peccato non averlo sentito altrettanto presente, l’altro ieri sera, sui due mancati rigori a nostro favore contro i nerazzurri. Questione di feeling?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui