fbpx
HomeSpiaggia di San Francesco: bagnanti salvano gabbiano ferito

Spiaggia di San Francesco: bagnanti salvano gabbiano ferito

Sul posto sono giunti gli uomini della Capitaneria di Porto

Gennaro Savio | Un gabbiano ferito e salvato dai bagnanti che lanciano l’S.O.S. per farlo soccorrere. Location della storia a lieto fine è la spiaggia di San Francesco, una delle oasi naturalistiche più belle del Comune di Forio e dell’intera isola d’Ischia da dove è possibile godere di un panorama a dir poco mozzafiato e che offre uno scenario da cartolina con sullo sfondo il porto, il Torrione saraceno e la Chiesa del Soccorso. Nella mattinata calda e soleggiata di questo inizio del mese di ottobre, nel mentre adulti e bambini erano intendi a farsi il bagno, il gabbiano ormai stremato e destinato a morire essendo impossibilitato a spiccare nuovamente il volo, viene notato da alcuni bagnanti che si adoperano affinché possa essere salvato. Tra i soccorritori c’era Walter Rizzo, Colonnello dei Vigili del Fuoco in pensione, in questi giorni in vacanza ad Ischia che ci ha raccontato come hanno salvato il gabbiano. L’episodio degno di nota verificatosi a Forio, segue quello che si è registrato sulla vicina isola di Procida nelle settimane scorse quando un gruppo di bagnanti postò su FaceBook la foto di un gabbiano rinvenuto ferito sulla spiaggia e salvato grazie all’S.O.S. lanciato via social network. Due volatili strappati alla morte a distanza di poco tempo grazie al fatto che si sono trovati al posto giusto nel momento giusto e, soprattutto, perché hanno avuto la fortuna di incontrare sulla propria strada  cittadini sensibili e coscienziosi.

 



Gli altri articoli
Related News
- Advertisement -

2 Commenti

  1. Quella del Colonnello dei vigili in pensione, a noi cacciatori… davvero ci mancava!
    Viene però da chiedersi come faccia un chicchessia in vacanza a dire tante stupidaggini… mi chiedo: ma in quale lingua, a questo punto, dovremmo gridare ai “quattro venti” che i gabbiani su quest’isola sono dei fameici assassini e che si uccidono (per mangiarsi) tra di loro? Ma tu guarda… non si sente sparare un colpo e i cacciatori cosa vanno a sparare? un piccione di gabbiano…in mezzo al mare…ma roba da matti.
    Un vero peccato che un bravo, capace e stimato giornalista come Gennaro Savio, essendo del luogo e conoscendo i precedenti su queste “baggianate”, non sia intervenuto per contestare simili aberrazioni…posso capire gli ambientalisti in cerca di scoop, ma gennaro, è un tipo in gamba e quando dice qualcosa ,. lo dice perchè conosce gente , luoghi, fatti e… precedenti; il vigile urbano (in vacanza) a noi cacciatori….mancava davvero! Cacciatore a vita

  2. “errate corrige”…Chiedo scusa, ascoltando più attentamente l’intervista, il Signore che da “consigli” ai cacciatori che avrebbero sparato al gabbiano, è un Colonnello dei vigili del fuoco in pensione, peccato comunque non abbia osservato meglio la ferita, certamente si sarebbe accorto che non si trattava di ferita da arma da fuoco…tra l’altro, mi si consenta di aggiungere che un cacciatore che spari ad un gabbiano, …lo devono ancora inventare. Saluti, Cacciatore a vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui