Sorrisi e biscotti (buonissimi) per “Merendiamoci, una merenda intercontinentale!”

0

Mani in pasta e vasetti di marmellata “saccheggiati”. I piccoli cuochi di “Merendiamoci: una merenda intercontinentale” si sono dati un gran da fare nella sfida di tutte le sfide, quella dei biscotti del Terra Madre Day, la festa delcibo locale per le giovanissime generazioni.

Grazia al forte impegno del presidio Slow Food di Ischia, con la vulcanica famiglia D’Ambra, l’evento è giunto alla sua decima edizione e ha regalato non poche emozioni ai piccoli partecipanti che si sono preparati all’evento già giorni prima attraverso attività mirate svolte a scuole.

I piccoli cuochi, tutti provenienti dalle classi terze delle scuole elementari di Fiaiano, hanno avuto modo di confrontarsi con realtà internazionali, indiane e siriane, e sentire una emozionante testimonianza di un giovane padre che vive sulla nostra isola con la sua famiglia dopo essere scampato alla guerra in medio oriente.

Ma cosa è il Terra Madre day? “Ve lo dico – racconta Silvia D’Ambra – con le parole di Carlo Petrini presidente Slow Food: Cogliendo quest’opportunità con passione e con una vasta partecipazione, possiamo dar vita a uno dei più importanti eventi collettivi di celebrazione della diversità dei cibi mai realizzati su scala globale. Una rivoluzione globale può nascere soltanto da radici locali e le nostre comunità con le loro iniziative possono rafforzare il movimento di opposizione alle aberrazioni dell’industria agroalimentare. Sarà per tutti noi un forte stimolo e un motivo di rinnovato orgoglio per ciò che stiamo facendo localmente, con la consapevolezza di far parte di una rete globale per il cambiamento. Ecco, noi siamo giunti al decimo anno e la formula sarà la stessa anche questo anno… i bambini cucineranno i biscotti! Per alcuni può sembrare ripetitivo, ma i bimbi cambiano sempre e la presenza di una giuria, poi, in questo ”gioco” serio è davvero importante. La nostra speranza è cercare di gettare un seme nella testa e nel cuore di questi bambini sulle tematiche di ambiente, Cibo, convivialità, collaborazione, pace, agricoltura, sapori, difesa del territorio, sostenibilità e tanto altro…”

Tra impasti e farciture, i bimbi hanno avuto modo di dialogare, con l’aiuto di un interprete, con ragazzi dell’India e della Siria, di qui l’internazionalità dell’evento stesso.

Tre le squadre: Posidonia, Gorgonia e Corallo Rosso e tre i premi vinti dai bravissimi bimbi!!! La squadra Gorgonia ha vinto per il miglior gusto, Corallo Rosso per l’equilibrio tra farcia e frolla e Posidonia per la fantasia nelle forme dei biscotti (tutti davvero buonissimi, noi vi abbiamo preso parte nelle vesti di giurati).

Un evento bello e sincero, in cui i bambini entrano in contatto con realtà forse solo ipoteticamente lontane e iniziano a comprendere, davvero, l’importanza della buona cucina, quella cucina che parte dal rispetto per l’ambiente e per le tradizioni.

Alla prossima!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui