Sorpreso e arrestato con un carico di hashish a Citara

0

Qui non si finisce mai di raccontare di indagini delle forze dell’ordine per combattere lo spaccio, la detenzione e la consumazione di sostanze stupefacenti.

Gli uomini del commissariato di Ischia, retto dall’attuale vice questore Maria Antonietta Ferrara, hanno tratto in arresto un ventisettenne napoletano, tale Antonio Aversa, che secondo gli investigatori della Polizia di Stato era aduso gestire qualche partita di hashish. E’ di fatto la sostanza che gli è stata trovata addosso mentre veniva sottoposto ad un controllo da una pattuglia in una zona non molto frequentata di questi tempi, nei pressi della spiaggia di Citara a Forio.

Con il rinvenimento della droga e la sua traduzione negli uffici del commissariato, successivamente si è proceduto ad una perquisizione domiciliare, come avviene di solito in questi casi, rinvenendo ulteriore consistente quantitativo di hashish, denaro contante e attrezzature indispensabili per il confezionamento delle dosi. Tutto ciò che è stato posto all’attenzione del pubblico ministero, è ben visibile dalla foto che pubblichiamo all’interno di questo servizio. A dimostrazione che il ventisettenne avesse realizzato una seconda attività lavorativa dopo quella di attento venditore presso una società immobiliare.

Molto probabilmente questo giovane partenopeo era comunque stato già monitorato dalle forze dell’ordine. Conosciuto come potenziale quantomeno grosso consumatore di “fumo” e come accade molto spesso in questi casi, chi maneggia quantitativi cospicui il più delle volte viene “cantato” da altri assuntori di spinelli. I quali, dopo essere stati fermati, perquisiti e trovati con la dose personale, preferiscono tornare a casa tranquillamente e collaborano con le forze dell’ordine. Dichiarando di averla acquistata il più delle volte sull’isola d’Ischia e dando indicazioni ben precise di uno spacciatore. Le cosiddette fonti confidenziali che il più delle volte vengono evidenziate nei verbali di arresto o nelle comunicazioni notizia di reato o nelle dichiarazioni rese dinanzi al giudice.

Sta di fatto che questa operazione si è conclusa nella serata di giovedì in una zona scarsamente frequentata ed in un orario con la percezione di visibilità molto scarsa. Ambiente congeniale per chi opera nel campo dell’illiceità e in particolare per chi tenta di vendere un po’ di droga e di riuscire a raccogliere qualche banconota per arrotondare e raggiungere un guadagno soddisfacente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui