Sono solo 350 e vanno scartati? Lo “sgarro” di Vincenzo Mazzella ai malati di Serrara Fontana

1

Gaetano Di Meglio | Questa vicenda sarà la cartina di tornasole per il sindaco Rosario Caruso. Questa è la vicenda con cui il sindaco di Serrara Fontana si gioca gran parte della sua credibilità. Questa è la vicenda che ne dovrà caratterizzare l’azione politica. Senza se e senza ma. Chi scrive, senza ombra di smentita è uno che non si è mai nascosto e ha sempre mostrato la sua intesa politica con l’agire di Rosario Caruso.

Gli ha fatto campagna elettorale, si esposto sui balconi e ne condivide, essendo membro dello staff del sindaco, la linea politica. Ma la vicenda del dottore Vincenzo Mazzella merita eco, evidenza e, soprattutto, dignità. In balli ci sono i pazienti di Serrara Fontana, circa 350. Ma anche se in ballo ci fosse un solo paziente, varrebbe la pena di combattere.

Prima di ricostruire la vicenda, però, è giusto chiarire la nostra posizione.
Vincenzo Mazzella ha tradito i pazienti di Serrara Fontana. Ha girato le spalle a quanti credevano in lui. La scelta del medico di base non è una questione di poco conto. Chiudere lo studio, sbarrare la porta a chi crede in quel “dottore” è un atto gravissimo!

Per quanto ha ricostruito Il Dispari, infatti, nei mesi il dottore Mazzella ha sempre manifestato la volontà di voler lasciare Serrara Fontana dove, è giusto dirlo, è il medico titolare.

Nei giorni scorsi, all’esterno dello studio è apparso questo cartello: «Avviso importante. Per problemi tecnico amministrativi con l’ASL insorti in questo mese di dicembre 2019 mi trovo obbligato a dovere chiudere lo studio medico di Serrara. Continuerò a svolgere la mia attività di medico di medicina generale solo nello studio di Ischia via Nuova Cartaromana, 5. Questo di verificherà a inizio anno 2020 non so precisamente quando, appena lo saprò ve lo comunico. Voi potete continuare tranquillamente a essere i miei pazienti, ma per le attività di ambulatorio, dovrete venire allo studio di Ischia. Garantiró le visite domiciliari non differibili a Serrara. Sono addoloratissimo di questo, perché Serrara e i serrararesi mi hanno sempre accolto con affetto dal primo giorno che sono arrivato.
Con immenso affetto e riconoscenza Vincenzo Mazzella»

Secondo quanto ha appreso il Dispari, invece, Vincenzo Mazzella ha chiesto all’ASL di poter cambiare zona e scegliere per lo studio di Ischia dove conta quasi 1200 pazienti.
Una scelta, questa, che è legata sia al divieto di operare su due ambiti diversi (Ischia è divisa in 4 ambiti: Ischia, Forio, Serrara-Barano, Casamicciola-Lacco) sia alla precisa richiesta avanzata dal dottor Mazzella che, lo ripetiamo è il medico titolare di Serrara Fontana.

ulla legittimità della scelta, ovviamente non siamo noi a doverci esprimere e non lo facciamo ma, senza dubbio, giudichiamo quello che è l’aspetto sociale della scelta.
Mazzella, ovviamente, ha scelto di servire i 1200 Ischia a Ischia e non i 350 di Serrara Fontana a Serrara. Un calcolo facile facile.
E veniamo al sindaco Rosario Caruso. La vicenda ha un valore politico chiaro ed evidente: bisogna difendere il diritto dei cittadini di Serrara Fontana che si vedono scartati dall’attività del loro medico. Del medico di base titolare di Serrara Fontana.

Ogni medico può avere al massimo 1500 pazienti. Mazzella a Serrara Fontana copre una porzione di circa 350. Questa condizione, ovviamente, ha costretto l’ASL a nominare un altro medico di base. Perché Mazzella, il medico titolare di Serrara Fontana completa la disponibilità con i pazienti di Ischia.

Rosario Caruso DEVE difendere i cittadini di Serrara Fontana e fare chiarezza. Vincenzo Mazzella che ha chiesto e ottenuto il cambio di località ed ha optato per Ischia al posto di Serrara Fontana resta il medico titolare di Serrara Fontana? O non è più il medico titolare di Serrara Fontana?
Sono risposte semplici che il sindaco di Serrara Fontana deve ai suoi cittadini.
Ci sono circa 350 cittadini di Serrara Fontana che non devono pagare lo scotto di essere curati dal medico di base che fa studio a Ischia e di continuare a tenerlo sotto casa. Continuare a tenerlo così come è sempre stato. Sindaco, non deluderci.

1 commento

  1. e’ bello vederti prendere le difese dei cittadini, almeno qualcuno lo fa’ a serrara, sarebbe bello un po’ piu’ spesso, ma va bene uguale, grazie

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui