Serie A: sarà lotta a 2 tra Inter e Juve?

0

Il calcio d’inizio alla Serie A 2020/2021 è stato ufficialmente dato. Tutte e 20 le squadre partecipanti cercheranno di dare il massimo in un campionato che si annuncia piuttosto combattuto, specialmente nella caccia alla Juventus. I bianconeri, infatti, hanno vinto gli ultimi nove scudetti. Un dominio, quello torinese, che dura senza soluzione di continuità dal 2011. Ma gli uomini di Andrea Pirlo non hanno intenzione di mettere fine a questa striscia di vittorie e puntano al decimo tricolore consecutivo.

Per farlo, la società di Andrea Agnelli ha piazzato alcuni colpi importanti sul mercato. Su tutti quello di Alvaro Morata. Il centravanti spagnolo torna a Torino dopo alcuni anni passati tra Chelsea e Atletico Madrid. Un colpo a sorpresa e fulmineo dopo aver tentato in tutti i modi di prendere Edin Dzeko dalla Roma. L’affare, però, non si è mai chiuso a causa delle difficoltà dei giallorossi a prelevare Milik dal Napoli. La partenza è stata buona, con la vittoria interna contro la Sampdoria e il pareggio sudatissimo contro la Roma all’Olimpico.

Se guardiamo semplicemente la classifica della scorsa stagione, sembrerebbe che l’unica vera contendente allo scudetto per la Juventus sia l’Inter di Antonio Conte. I nerazzurri hanno puntellato la rosa, riuscendo a rinforzarsi in tutti i reparti, e le prime giornate di Serie A sembrano aver confermato l’annullamento quasi completo del gap con i Campioni d’Italia in carica. Inoltre, le ultime voci parlano di un possibile interessamento dei meneghini per Marcos Alonso del Chelsea, ai margini del progetto di Frank Lampard. Sarebbe un colpo importante, che, insieme a quello di Darmian, andrebbe a rinforzare le fasce in maniera sostanziosa.

Ma che il campionato sia solo una questione tra Inter e Juventus non si può dire con certezza. La terza in classifica della scorsa Serie A, ossia l’Atalanta, è partita a cannone, e si trova a punteggio pieno a fianco dell’Inter in testa alla graduatoria. Gli uomini di Gian Piero Gasperini giocano un calcio vivace e incredibilmente prolifico in attacco. Ma l’arma in più dei bergamaschi, quest’anno, è la consapevolezza di essere diventati una squadra davvero pronta a spiccare il volo e a vincere qualche trofeo. Inoltre, il calciomercato ha regalato ai nerazzurri sia l’acquisto definitivo di Mario Pasalic che quello di Aleksei Miranchuk dalla Lokomotiv Mosca. Il russo andrà a coprire l’assenza di Josip Ilicic. Insomma, nella lotta allo scudetto, almeno in questa prima fase del campionato, sembra entrare di diritto anche la Dea, che non ha nulla da invidiare a livello di gioco e di risultati alle favorite dal panorama delle scommesse sulla Serie A, Inter e Juventus.

Partenza importante anche per il Napoli di Gattuso, che vuole migliorare la settima piazza ottenuta nella scorsa stagione, e per il Milan di Pioli. Con l’arrivo di Osimehn a peso d’oro, i partenopei possono ambire a lottare per le posizioni di vertice, cercando di tornare il prima possibile ad essere l’Anti-Juventus per eccellenza. La permanenza di Ibrahimovic e l’acquisto di Tonali, invece, sembrano aver restituito ai rossoneri maggior qualità e costanza di risultati. Arrivare al vertice non sarà facile, ma di certo, qualche soddisfazione i milanesi potrebbero togliersela.

Leggermente più indietro, invece, troviamo le romane. La Lazio ha sì fatto mercato, ma non sembra avere una rosa completa per poter affrontare campionato, coppa Italia e Champions League contemporaneamente. La Roma, invece, è partita leggermente più lenta, conquistando un ottimo pareggio contro la Juventus e faticando a Verona. Inoltre, la squadra non è ancora stata completata, anche se i colpi chiesti da Fonseca potrebbero arrivare molto presto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui