Segnalazione. «Bagnanti intimoriti da guardiani con cani sulla spiaggia libera di San Montano»

10

Una lettrice ci segnala una strana situazione che sicuramente limita i diritti dei bagnanti che vogliono fruire della spiaggia libera di San Montano. Un diritto, questo, che non dovrebbe mai essere calpestato. Ma gli episodi riferiti di fatto raccontano il contrario e in questo caso la pandemia non c’entra nulla.

«Mi sento in dovere di segnalare – riferisce la lettrice – la problematica relativa alla fruizione della spiaggia libera della Baia di S. Montano. Tale diritto viene quotidianamente “compresso” e svilito da tempo ormai, durante la stagione turistica, allorché ogni giorno, alle 19.30 circa, una persona, penso il guardiano dello stabilimento balneare privato, si reca in zona spiaggia libera (che tra l’altro ricade nel comune di Forio) munito di cane pastore tedesco (al guinzaglio ma senza museruola). Il colmo si è raggiunto ieri quando sono arrivati in due, il secondo al guinzaglio aveva un cane di razza pitbull (sempre senza museruola). In pochi minuti le persone si sono frettolosamente rivestite e sono andate via, anche intimorite dalla presenza di questi cani abbaianti.

Ho pensato di trovarmi in un’isola tranquilla dove è possibile rilassarsi, ma forse mi sono persa qualcosa… siamo in guerra?

Quindi concludo con un forte appello a fare luce su questi comportamenti sproporzionati».

Se vigilare su una proprietà privata accompagnati da cani può anche essere una consuetudine, perché i guardiani sconfinano sulla spiaggia libera, quasi che i poveri bagnanti rappresentassero una minaccia? Speriamo che dopo questa segnalazione qualcuno provveda a chiarire realmente la situazione e i bagnanti dell’arenile libero della splendida Baia di San Montano possano tornare a godersi in pieno relax sole e mare.

10 Commenti

  1. Buongiorno, sono un abituale avventore della spiaggia libera di San Montano che ha assistito a tutto e per onestà devo smentire tutto quello che ho letto. L’intero articolo non è altro che una mera pagliacciata (a non so quale fine) il guardiano che passa ogni sera senza alcun atteggiamento minaccioso o aggressivo (che negli anni si è dimostrato sempre cordiale, professionale e disponibile), si limita ad avvertire che di lì a poco verranno effettuate le pulizie ANCHE della spiaggia libera, nonchè degli spogliatoi e dei bagni (tutto a titolo gratuito ed a carico del personale del parco adiacente, sempre gentile e professionale). Faccio presente che come ho avuto modo di verificare, l’accesso agli stabilimenti balenari è consentito secondo le normative vigenti dalle 8 del mattino fino alle 19:30. Onestamente non ho mai assistito a scene di bagnanti intimoriti o preoccupati. L’unica persona che in 5 anni causa problemi (e credo che purtroppo sia l’autrice della segnalazione) è una vecchia signora presumibilente di origini germaniche accompagnata da un succube al suo servizio (probabilmente il badante) la quale non fa altro che fomentare dissapori e causare problemi tentando di aizzare i bagnanti al fine ultimo di posticipare l’uscita dalla spiaggia. Visto anche le origini della presunta segnalatrice non mi capacito da dove venga questa avversione verso le regole.
    Marco

  2. la segnalazione è campata per aria, il personale è assolutamente educatissimo, ho avuto modo di apprezzare la pulizia e l’organizzazione sulla spiaggia libera…

  3. Vado spesso a s.montano nella spiaggia libera, devo ringraziare chi gestisce quella a pagamento perché la pulisce perfettamente con i suoi dipendenti è munita di servizi come bagni e spogliatoi per tutti, bidoni della differenziata per tutti, un paradiso per tutti gratis. Lo stabilimento chiude alle 19 per svolgere le pulizie, anche della spiaggia libera che è gratis quindi basterebbe rispettare le regole e ringraziare invece di lamentarci sempre.

  4. Stamattina quando ho letto l’articolo la prima cosa che volevo fare era di scrivere un commento per smentire le bugie della lettrice. Ma fortunatamente altri lettori lo hanno fatto al posto mio. La spiaggia di san montano è un vero paradiso sempre dopo i maronti che per me siccome è quella che ho conosciuto prima resta la più bella. E cmq la lettrice ha voluto raccontare un suo film.

  5. Vorrei solo ricordare a coloro che scrivono che la spiaggia libera la puliscono,ciò non é per un piacere titolo gratuito .. ma perché per legge i lidi che confinano con la libera sono tenuti a farlo che poi a san montano lo fanno rispetto ad altre spiagge libere allora questo e un altro discorso… 😉 frequento san montano e so che i bagnini che qui vengono chiamati guardiani sono persone educate non aggressive eccetera quindi anche se dovessi supporre che un episodio del genere fosse avvenuto sicuramente non sono stati loro…

  6. la Signora si è fatto un film mentale tutto suo,creandosi scene canine surreali, a volte capita di vedere certe reazione di chi soffre di misantropia.
    Cordialmente m

  7. la signora si è fatto un film a colori, dirigendolo pure, scegliendo con lucida fantasia gli attori e animali protagonisti, mi sa che si tratta di una situazione tipica di misantropia estiva.
    Cordialmente.

  8. Questa volta devo essere d’accordo con la redazione perche queste non sono opinion di cittadini che frequentano la baia di San Montano ma bensi amici o parenti dei gestori private della spiaggia che vogliono fare il gioco del “positive feedback” che conosciamo molto bene. Lo fa anche un famoso stabilimento di Barano che aggredisce immediatamente ogni “feedback negative” con decine di feedback positive dello staff. Se un cliente si lamenta di qualche cosa e il cliente ha sempre ragione allora forse bisogna modificare il comportamento. E una spiaggia non un campo di concentramento e il cane piace al guardian ma non deve piace a tutti per la spiaggia e pubblica e non private! Il suo cane se lo porti da un altra parte a pisciare e marcare il territorio!

Rispondi a Michele Cancella la risposta

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui