Se il gratis vi fa schifo

1

Gaetano Di Meglio | Questa dell’Antares e dell’ASL a Lacco Ameno è una delle pagine peggiori che scriviamo e descriviamo in questa emergenza da Coronvirus. Al pari di quella del Marina 10 e del comune di Casamicciola Terme. Due schifezze che hanno, almeno, due motivi per essere schifose. La prima è quella economica. Partiamo dall’Asl e dall’Hotel Antares. Chi non ha comunicato all’Asl la disponibilità gratuita dell’Hotel Verde Bristol di Lacco Ameno?

Chi non ha comunicato all’Asl la nota dell’Associazione dei giovani avvocati dell’isola d’Ischia che annunciavano la disponibilità delle 12 camere dell’Hotel Verde Bristol a Lacco Ameno?
Ma ancora, e qui viene il bello della questione che mette quintali di vergogna sulla faccia di questa categoria, i grandi albergatori dell’isola, possibile che l’Associazione Albergatori e la Federalberghi non poteva offrire gratis le camere per i nostri sanitari dal 28 marzo al 30 aprile 2020? Ma per quelli che conoscono le vostre tariffe, cari albergatori isolani, voi siete quelli dei gruppi a 12 euro pensione completa bevande ai pasti, voi che siete quelli delle offerte shock a 5 euro e voi che lavorate con caldo glaciale o come si chiama, davvero ci volete dire che il prezzo giusto per un lazzaretto è di 40 euro al giorno pensione completa o per ospitare un infermiere o in dottore deve, l’ASL deve pagare 30 euro al giorno? Neanche a ferragosto riuscite a piazzare le vostre camere ma ora qualcuno doveva fare l’affare. Ma il gratis, davvero vi fa schifo?

Davvero vi fa schifo, il Palazzo Reale per ospitare i positivi al Covid-19 o i cittadini che rientrano (nonostante l’ordinanza di De Luca non preveda il rientro a casa!) dall’estero o da altri comuni? E se c’era, davvero, questa emergenza non era il caso di chiedere al Ministero di utilizzare l’alloggio dei Carabinieri di Ischia che è sempre una struttura dello stato e dove, sicuramente, non ci sarebbe stato il pagamento di un soggiorno?
Davvero dobbiamo pensare che siete bravi, cari amministratori, solo a fare affari con l’emergenza. Davvero dobbiamo pensare che avete scartato tutte le occasioni gratis per affrontare questa emergenza e avete studiato quelle a pagamento per poter gestire flussi di danaro?

La speranza nella Corte dei Conti è sempre l’ultima a morire. Spero che l’associazione dei giovani avvocati e il suo presidente Vito Manna, voglia far presente a chi si occupa per i reati contro la pubblica amministrazione sia la loro disponibilità gratuita della struttura a Lacco Ameno, sia la delibera con cui l’ASL decide di impegnare 30 euro al giorno per pagare una struttura di pari livello. Soprattutto dopo che diversi sanitari già hanno approfittato delle camere messe a disposizione in maniera gratuita e sanificate dal Comune di Forio.
40 euro al giorno per una persona che non può uscire dalla camera è assurdo! 30 euro al giorno per un sanitario che ha il vitto pagato in ospedale è assurdo!
Se a voi il gratis vi fa schifo, a noi ci fa schifo di lucra sulle disgrazie e sulle emergenze!

1 commento

  1. secondo me, non e’ ne’ il vil denaro, ne il controllo del vil denaro,ma semplicemente voto di scambio, dobbiamo ancora vedere adesso che cominciano le distribuzioni varie di sanitari x la protezione, se queste cose non le gestiscono i responsabili di servizi dei vari comuni(con il loro giro di voti, ne muovono tanti), la bassanini, (e il ricatto continuo nei confronti degli amministratori), a cosa servono?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui