sabato, Maggio 15, 2021

Scuola Pietro Carlo Mattera. Rosario Caruso: “Una scuola aperta verso il territorio”

In primo piano

L’intervento del sindaco Caruso durante l’evento per l’intitolazione della scuola di Fontana alla memoria del cav. Pietro Carlo Mattera

“Innanzitutto, permettetemi di ringraziare coloro che hanno lavorato alla realizzazione di quest’opera: l’arch. e responsabile dell’ufficio tecnico Alessandro Vacca; l’arch. Mimmo De Siano; l’ing. progettista e direttore dei lavori Giuseppe Mattera ; l’ing. Igino Cianciarelli coll.; la Ditta Murziello Costruzioni e tutti i suoi dipendenti per la professionalità e la qualità del lavoro. Un grazie al parroco don Pasquale per essere sempre stato presente e vicino ai nostri ragazzi. Un grazie al Comandante ed al corpo dei Vigili Urbani per il lavoro che svolgono fuori le scuole per la sicurezza dei nostri bambini. Un grazie alla famiglia Mattera a tutti i familiari del già Sindaco Mattera Pietro Carlo ed alla consorte Signora Mariella per la presenza a questa cerimonia. Ringrazio la Dirigente Scolastica, la prof.ssa Marinella Allocca per la presenza ma soprattutto per l’impegno, la dedizione e la sensibilità che ogni giorno dona ai nostri figli.

Alla D.S. quando si è insediata abbiamo dichiarato di mettere tutto il nostro impegno nel migliorare le condizioni della scuola ed abbiamo chiesto il suo impegno per garantire una formazione ottimale affinché gli studenti siano preparati, capaci, studenti stimolati così da far crescere la voglia di apprendere ed approfondire.

Ho sempre manifestato l’apprezzamento per i progetti di musica, pittura ed altro ma con insistenza abbiamo sempre chiesto che di pari passo fosse garantita la conoscenza approfondita delle materie fondamentali.
Ringrazio tutto il corpo insegnante ed il personale ATA per la passione e la dedizione che mettono nel lavoro quotidiano. Mi fa piacere quanti hanno preso parte a questa cerimonia. Ringrazio i rappresentanti del Consiglio d’Istituto e i rappresentanti di classe. Ringrazio Rosa Iacono per la presenza e per il suo lavoro prezioso per tutta l’Isola d’Ischia. Grazie ad Elena Di Iorio per l’attaccamento e la sensibilità sempre dimostrata verso il territorio. Sentimenti inculcati e tramandati dal papà, il caro don Gennaro, al quale dedichiamo un pensiero ed un ringraziamento per essere stato il primo promotore turistico del nostro territorio. Elena Di Iorio ha donato in memoria del padre la somma di 500 euro da destinare alle scuole presenti sul territorio e la Dirigente Scolastica ha acquistato con parte della cifra una multifunzione da destinare a questo plesso scolastico.
Ringrazio il delegato all’istruzione Irene Iacono per aver condiviso l’attenzione verso la scuola, mia di Eugenio Mattera, di Lucio Poerio, Dalila Galano e della Preside Sergi.

Li ringrazio per la sensibilità nel venir incontro alle esigenze dei bambini, la voglia di migliorare la nostra scuola e quindi la condizione e la formazione delle giovani generazioni che diventeranno la futura società civile, la coscienza critica del nostro territorio. Oggi inauguriamo questa scuola completamente rinnovata nelle strutture, negli impianti, nelle aule e negli spazi esterni. Non vi voglio annoiare con l’elenco delle opere fatte ma sappiate che sono state tantissime. Voglio solo sottolineare che questa nuova scuola è completamente sicura sotto l’aspetto sismico, impiantistico e degli spazi esterni. Gli spazi esterni sono stati completamente ristrutturati, ci sono spazi dove i bambini possono prendersi cura delle piante, possono farle crescere. C’è un grande spazio dove i bambini possono stare all’aperto, soprattutto ora, date le condizioni ci auguriamo che le insegnanti usufruiscano di quello spazio per fare lezioni all’aperto. Abbiamo voluto acquistare per questo plesso un ulivo secolare, piante aromatiche, da frutto e di ortaggi. Il cartello posto all’ingresso spiega che qui i bimbi imparano anche ad amare e curare le piante. Abbiamo reso la scuola accessibile anche a persone con ridotta mobilità. Ad oggi, lo dico con orgoglio, è la scuola più bella dell’isola d’Ischia.

s

Abbiamo voluto dedicare questa scuola ad uno dei grandi sindaci di Serrara Fontana. Un Sindaco che si è impegnato molto per il nostro territorio, a lui dobbiamo tante opere, basta fare una ricerca per conoscere tante delle sue opere, quando ho preparato la proposta di delibera di CC per l’intitolazione mi sono reso conto che le opere realizzate sono tantissime, come la costruzione di strade, l’ampliamento del cimitero comunale di Serrara, la costruzione delle nostre scuole, di tutte le nostre scuole a cui era molto legato anche in ragione della sua qualità di insegnante. Un Sindaco che ha fatto molto ed al quale dedichiamo un luogo importante, il luogo in cui si formano le menti dei nostri figli, un luogo in cui le future generazioni conosceranno la figura di M.P.C. l’azione amministrativa e le opere realizzate. La nostra intenzione era quella di spiegare ai bambini cosa ha fatto il Sindaco menzionato nelle ceramiche poste all’ingresso e all’interno della struttura, per ovvi motivi non possiamo farlo ora ma chiediamo alle insegnanti di farlo al posto nostro e magari di far preparare un tema alla classe 5 e se la famiglia Mattera è d’accordo ma credo che accetterà ben volentieri si potrà poi premiare con un dono il tema più bello.

E’ importantissimo investire sulla cultura, è importante creare luoghi idonei per studiare ma anche avere l’attenzione e la sensibilità giusta per stare vicini, sotto ogni punto di vista, al mondo della scuola. Ci credo molto, ci crediamo molto ed è stato uno dei principali obiettivi durante il mio mandato da Sindaco. Speriamo di averlo fatto bene e speriamo di poter fare sempre di più e sempre meglio. Il sogno e il prossimo obiettivo è la realizzazione di una palestra in questa scuola.

Ci stiamo già lavorando. Questa crisi profonda ci ha dimostrato ancora una volta che la conoscenza, la preparazione, il continuo aggiornamento professionale sono fondamentali. Con la cultura si cresce, si fa crescere la comunità, la cultura ci salva dalla miseria umana fatta di sentimenti di invidia, emarginazione, superbia ed arroganza. Gli amministratori hanno il dovere di gettare le basi per lo sviluppo del territorio. Noi ci crediamo.
Buona scuola bimbi.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -