sabato, Maggio 15, 2021

Sconto Farmaè per l’acquisto di mascherine cosmetici e prodotti di bellezza

In primo piano

Accredito cashback: tutto quello che devi sapere

Se in rete hai sentito parlare di cashback e desideri saperne di più sul suo funzionamento sei nel posto giusto. Chiariamo subito che questa formula esiste da molto tempo e che può essere promosso da enti, negozi, banche e altre organizzazioni. Ognuna di queste formule ha in comune un preciso meccanismo di funzionamento, ovvero la restituzione di denaro quando si verifica una circostanza: la spesa per l’acquisto di beni o servizi. In questo breve approfondimento ci concentriamo sulle modalità di accredito cashback che, quindi, variano in basa al programma a cui decidi di aderire.

Due parole sul cashback

Il cashback non è altro che una strategia di vendita win-win per la quale agiscono tre precisi soggetti: l’intermediario, il negozio e il consumatore. Può avvenire online oppure offline e in modalità di acquisto differenti ma la sostanza resta la medesima: se spendi una determinata cifra ti viene riaccreditata una somma fissa o percentuale in base all’importo speso. Le condizioni di ogni cashback sono espresse prima che tu acceda a questo servizio per cui ti raccomandiamo sempre di leggerle con molta attenzione. Questo perché prevedono un riaccredito che può essere restituito via bonifico, tramite accredito PayPal o attraverso una formula di accumulo. Il cashback potrebbe essere stabilito anche in buoni spesa, buoni regalo e altre formule di “beni” economici.

Come funziona l’accredito cashback

L’accredito cashback, quindi, può avvenire sia se spendi una certa cifra sia ogni volta che acquisti qualcosa. In alcuni casi ti viene restituito dopo che avrai superato una soglia di spesa, mentre in altri ti viene accreditato contestualmente all’acquisto. Tutto dipende dall’intermediario che ha promosso l’iniziativa di cashback perché, per esempio, alcune compagnie telefoniche erano solite restituire qualche centesimo di credito per ogni minuto di telefonata compiuto.

Le banche, invece, selezionano negozi partner e promettono un cashback minimo per ogni acquisto eseguito tramite la carta di pagamento. Poi ci sono gli intermediari online che stabiliscono la restituzione di una cifra solo se acquisti in determinati shop e spendendo una cifra limite ben precisa. Il riaccredito può avvenire in diverse formule per cui prima di accedere al servizio leggi le condizioni di partecipazione.

Il cashback per gli acquisti natalizi

Infine c’è la formula del wallet, ovvero quella dell’accumulo di guadagni su un portafogli virtuali che quando raggiunge una precisa somma viene trasferito sul conto corrente o PayPal del partecipante. Quindi le formule di accredito di cashback sono infinite e sono convenienti non solo per il consumatore finale ma anche per chi partecipa al programma.

Se ci pensi bene, infatti, i negozi guadagnano clienti e l’intermediario prende una commissione per ogni vendita generata. È per questo che il cashback è considerato un ottimo esempio di strategia win-win, dove chiunque partecipa guadagna qualcosa. Il riaccredito è sempre garantito ma sarà tua premura controllare che i dati comunicati siano corretti e il rispetto delle condizioni di guadagno. In ogni caso è una strategia di acquisto molto interessante, specialmente se stai pensando ai regali di Natale e vorresti spendere il giusto ottimizzando i costi. Non trovi?

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Covid 19. 7 nuovi contagi per Ischia. 82 tamponi processati

Siamo in zona gialla, eppure termini di contagi la situazione continua a restare immutata e preoccupante. Tanto che si...
- Advertisement -