Scappa dal posto di blocco. Arresto convalidato e condanna

10

Arresto convalidato e condanna ad un anno e due mesi pena sospesa: è questo il risultato del processo per direttissima che si è celebrato questa mattina a carico del giovane incensurato che ieri mattina è stato protagonista di un episodio di cronaca molto particolare.

IL FATTO.
Mentre procedeva verso Ischia Porto sulla Sopraelevata con la sua Fiat 500, quando i militari gli hanno intimano l’Alt con tanto di paletta, ha accelerato ed è andato diritto senza fermarsi.
Violato il posto di controllo, i carabinieri salgono a bordo della loro Alfa e iniziano l’inseguimento con tanto di sirena. La corsa procede sulla Variante Esterna fino a quando l’autoradio raggiunge la Fiat e gli intima di accostarsi. Lui accosta giusto il tempo di fermare l’inseguimento per poi riprendere, a velocità sostenuta, la sua corsa verso Casamicciola.
Ancora sirene e auto a tutta velocità fino a quando, arrivato a Casamicciola, quasi a Perrone, l’auto viene raggiunta e gli viene intimato di accostare per l’ennesima volta. I militari scendono dal veicolo e, mentre si avvicinano al giovane guidatore, questo ingrana nuovamente la prima, colpisce l’auto e poi investe uno dei carabinieri. La ripartenza e lo scontro con l’auto dei militari spingono la Fiat nel marciapiede dove finisce la sua corsa folle.

I Carabinieri, dopo una breve colluttazione riescono ad ammanettare il giovane e a condurlo presso la Caserma di Ischia dove è stato tratto in arresto dall’Aliquota Radiomobile. Qui si inizia a ricostruire l’accaduto. Il giovane, dopo alcune intemperanze, rientra in sé ma non riesce a dare spiegazioni. Neanche a se stesso.
Dai controlli successi, infatti, risulta tutto in regola. Auto provvista di assicurazione, revisione e l’autista in possesso di regolare patente di guida. Dopo i controlli è stata esclusa anche la pista dell’eventuale possesso di droga. L’unica ipotesi possibile è quella di un probabile raptus. Di una reazione dovuta,forse all’emotività,

10 Commenti

  1. Emotività?!? Ma scherziamo?
    Se davanti a una pattuglia dell’Arma non solo scappa ma fermato riscappa e non contento prova a investire (non con un monopattino ma una macchina!!!) un militare … questo soggetto, poverino, così emotivo, cosa diavolo potrebbe combinare in una vivace discussione con un soggetto palesemente più debole o indifeso?
    Non giustifichiamo tutto, bastano già certi magistrati a lasciare in giro i delinquenti : col buonismo e il politically correct ci stiamo già abbastanza rovinando

  2. Un raptus? Ma se lo facesse passare. Questo con i carabinieri fa così figuriamoci con un viglile che non sa nemmeno allacciarsi le scarpe. Magari me lo faccio venire pure io un bel raptus al ristorante e scapo prima di pagare!

    • Se avesse avuto un migrante a bordo sarebbe stata assolta come Carola Rackete che ha speronato la lancia della guardia di finanza..

  3. Fabio tu impara a scrivere e porta rispetto per i vigili. RISPETTO!! qual’è la differenza tra vigile e carabiniere?

  4. Fabio tu impara a scrivere e porta rispetto per i vigili. RISPETTO!! qual’è la differenza tra un vigile e un carabiniere?

  5. Detto terra terra i Carabinieri hanno coraggio e sono fedeli. I vigili sono per la pagnotta! Se hai qualche piazza o strada intitolata a qualche VVUU per aver sacrificato la vita fammi sapere. Fino ad allora se ne vada al bar a prendere un bel caffè. Lei porti del rispetto a quel poco di utile che ci e rimasto in italia.

  6. Il ragazzo non si è fermato a un posto di blocco ed è scappato a due intimazioni di stop dei Carabinieri con ben due inseguimenti, danneggiando l’auto dei militari ed investendone uno di essi… ma, poverino, è emotivo!! Mi spiace solo che non abbia trovato dei carabinieri “emotivi” come lui che gli avessero potuto insegnare le regole del vivere civile a suon di manganellate!!

  7. La violenza e le manganellate la si dovrebbe usare con un giovane che ha perso il controllo di se stesso senza magari capire neanche lui il perche’ , mentre la gente oggi quando guida fa la faccia storta se uno si avvicina alle striscie pedonali e costringe un automobilista a fermarsi per lasciarlo passare. questa è incivilta bella e buona che in altre parti d’italia non esiste. se questa è l ‘educazione e lo stile di vita che si insegna che cosa ci si aspetta dai ragazzi? E lecito risolvere tutto con le manganellate?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui