martedì, Aprile 13, 2021

Roma, città spenta | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 31marzo2021

In primo piano

Proprio così: di questi tempi, la vecchia definizione di città eterna non calza più a pennello alla capitale d’Italia! Non bisogna lasciarsi abbindolare dal traffico di punta nelle stazioni, laddove le quantità di treni veloci sono state ridotte al minimo indispensabile e, di conseguenza, il loro affollamento è fin troppo semplice. E neppure dal movimento veicolare in centro, che racchiude in ogni caso la concentrazione delle attività parlamentari e della parziale frequentazione in presenza di uffici e ministeri.

Roma è spenta, più di Milano, nella scarsità del transito, nei pochi esercizi aperti e semivuoti, nello squallore dei bar in centro dove si fa la fila dinanzi ad un banchetto per pagare e zuccherare il caffè e poi consumarlo da asporto, nelle lunghe code di taxi in vana attesa di passeggeri per ore, nei tanti ristoranti e trattorie chiuse, nel Colosseo e nei Fori Imperiali senza visitatori. E mi fermo qui!

Roma è spenta come la sua gente, che più di altrove si sente defraudata di quel fascino che la rende supergettonata da sempre; che rappresenta a pieno titolo un popolo che non ne può più di quel pressappochismo che sembra esservisi appiccicato addosso in modo irreversibile e che neppure con l’attuale governo in carica pare trovare soluzione di continuità; che di questi tempi dovrebbe poter ambire a un barlume di ripresa, ma che nei fatti deve accontentarsi di una diligente campagna regionale di vaccinazione antiCovid, forse tra le migliori d’Italia ma insufficiente a fare la differenza nel Paese, come sta invece accadendo in Gran Bretagna.

Ieri vedere Roma in queste condizioni mi ha fatto particolarmente male, al punto da impedirmi di provare il solito piacere di visitarla (anche se per una visita mordi e fuggi), specie quando riscopro l’emozione di entrare in un tempio della politica come Montecitorio, da cui sarebbe bello poter finalmente cacciare i troppi mercanti che lo frequentano indegnamente.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Isole covid free: stop al piano di Regione, ASL e Sindaci

Il prossimo obiettivo, però, è quello di evitare di continuare con la clientela da vaccino e con il mercato dell’inoculazione! La moltiplicazione degli hub e la spicciola clientela locale non possono trovare spazio in questa vicenda. La priorità deve essere chiara: annullare la realizzazione del terzo hub del Negombo e realizzare un unico hub al palazzetto dello sport di Ischia dove concentrare le operazioni di vaccinazione.
- Advertisement -