Rodari, non basta il finanziamento di 2 milioni. Per gli affidi agli amici c’è bisogno di un mutuo da 136mila euro

0

Non c’è limite allo spreco! Dopo lo scandalo di  Piazza degli Eroi, dove abbiamo accesi mutui per pagare l’impossibile, ora siamo pronti a pagare un altro mutuo per un affidamento da 136 mila euro per la progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione del nuovo Rodari.

136 mila che il comune di Ischia affiderà ad uno di cinque tecnici iscritti nelle short list del comune.

Procede lentamente l’iter per l’attuazione del progetto per il plesso scolastico “Gianni Rodari” di Ischia. Un progetto definitivo e aggiornato redatto dall’ing. Francesco Fermo e approvato dalla Giunta a maggio del 2019. Sono previsti interventi di riqualificazione ambientale e recupero dei manufatti fatiscenti e l’ampliamento del plesso scolastico con ricostruzione con ampliamento delle aule esistenti. Un megaprogetto del costo complessivo di 2.743.246 euro da realizzare ovviamente grazie al previsto finanziamento. I soli lavori costeranno 2.004.797 euro. Il Comune, ad ogni modo, come detto, ha dovuto anche concorrere al finanziamento, avendo “sforato” di 161.877 euro e ricorrendo così all’immancabile mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti, concesso di recente.

Ebbene, ora è giunto il momento di avviare le fasi successive, ad iniziare dal progetto esecutivo. Per la effettiva realizzazione degli interventi, trascorrerà ancora del tempo… E così il rup arch. Aniello Ascanio ha evidenziato al responsabile dei lavori pubblici arch. Consiglia Baldino la necessità di procedere all’affidamento dell’incarico per la progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione.

Ovviamente nessuno dei tecnici in organico si è reso disponibile e dunque si è deciso di indire la procedura negoziata invitando cinque professionisti inseriti nell’elenco di cui è dotato il Comune, in possesso dei requisiti e dell’esperienza necessari. La parcella a base di gara ammonta a 134.557 euro oltre Iva e Cassa.

L’arch. Baldino ha dato via libera alla procedura negoziata e ora sarà compito del rup Ascanio individuare i cinque tecnici da invitare. Ma attenzione, perché non è finita qua.

Sempre per questo progetto, infatti, il comune di Ischia ha dovuto attivare un’altra trattativa diretta. Questa si è svolta sul Mepa sulla parcella base di 13.154,03 euro oltre Cassa. Un bel compenso, per un incarico di supporto! Ad aggiudicarselo l’arch. Floriana Carraturo di Ischia, per un importo di 13.022,50 oltre Cassa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui