martedì, Giugno 15, 2021

Robert F.Kennedy Human Rights Italia porta educazione civica a scuola

In primo piano

ROMA (ITALPRESS) – Sono già oltre 1.100 gli iscritti al corso “CivicAttiva. L’educazione civica torna a scuola. Storie, valori e volti” organizzata dal Robert F. Kennedy Human Rights Italia in collaborazione con la Fondazione Lelio e Lisli Basso, Amnesty International Italia, Cospe Onlus e Rete Educare ai Diritti Umani-ReDu. Nando Pagnoncelli di Ipsos curerà la somministrazione di questionari e l’analisi dei dati raccolti. Il corso, interamente gratuito, intende approfondire le tematiche che il ministero dell’Istruzione ritiene fondanti per l’educazione civica, che da questo anno scolastico rientra nelle scuole italiane di ogni ordine e grado come da Legge 92/2019.
Si parlerà quindi di Costituzione Italiana con la Fondazione Basso, anche attraverso i documenti di Lelio Basso e Piero Calamandrei; di educazione ai diritti umani e attivismo con il Robert F. Kennedy Human Rights Italia e Amnesty International Italia; di contrasto al discorso d’odio con Cospe Onlus e di metodologie didattiche applicative con ReDu. Obiettivo del corso e dei moduli aggiuntivi, che accompagneranno i docenti per tutto l’anno scolastico, è quello di fornire spunti di riflessione e metodologie didattiche per affrontare l’educazione civica nelle materie curriculari. “Siamo molto felici che il mondo della scuola stia rispondendo con questo entusiasmo alle tematiche da noi proposte e questo slancio ci fa sentire una grande responsabilità nell’offrire ai partecipanti un programma che sia davvero utile al fine di formare la società di domani. E’ nostro desiderio proseguire su questa strada, rafforzando la nostra offerta formativa e la collaborazione con le scuole su tutto il territorio nazionale”, sottolinea il presidente del Robert F. Kennedy Human Rights Italia Stefano Lucchini.
(ITALPRESS).

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

SILENZIO D’ANGELI. E’ estate, il commissario di Serrara Fontana sospende le attività edilizie: non bisogna fare rumore

Serrara Fontana: il divieto vale solo per i privati e non per gli Enti pubblici. Nel borgo di Sant’Angelo tutto fermo dal 10 giugno al 30 settembre, nel resto del territorio comunale dal 1 agosto al 15 settembre. Nel mirino anche le attività di svago rumorose. Evidenziata la necessità di garantire la tranquillità di turisti e residenti
- Advertisement -