fbpx

Rivelazioni notturne al Castello Aragonese: Florian Castiglione tra luci e suggestioni

Must Read

[intro]Fino al 5 ottobre al Carcere borbonico[/intro]Anna Di Corcia | Si è inaugurata lo scorso 5 settembre tra le mura del Carcere Borbonico del Castello Aragonese di Ischia una mostra fotografica dedicata alle suggestioni visive create dal magico intreccio, tra il Castello, la notte e le sue stelle. Osservate e disvelate dalla maestria nella tecnica e dalla sensibilità dello sguardo di Florian Castiglione. L’esposizione curata da Loredana De Pace che resterà aperta fino al 5 ottobre regala al visitatore emozioni intense, suscitate dagli scatti del giovane architetto appassionato di fotografia, Florian Castiglione che con essi ha raccontato squarci inediti e silenti del Castello Aragonese in visione notturna. L’artista ci ha raccontato che dopo una prima esplorazione serale sul Castello dalla quale con uno scatto fissò un’immagine della Cattedrale sconsacrata, si innamorò letteralmente di quella immagine per cui scelse di tornarvi in escursioni fotografiche notturne grazie alla disponibilità di Nicola Mattera. Le foto che ne seguirono che hanno dato vita alle immagini sapientemente esposte dalla curatrice in questa mostra scenica dedicata a “sua maestà” il Castello. Grazie alla disponibilità di Giovanni Mattera e Clementina Petroni l’esposizione ha trovato una collocazione strepitosa tra le mura del Carcere Borbonico, dove fare una passeggiata sul far del tramonto sorprenderà il viandante con la bellezza impressa nelle foto di Castiglione oltreché con lo splendido paesaggio godibile dal Sentiero del Sole. Una esposizione riuscitissima che valorizza il Castello, la bellezza naturale che lo circonda, il fascino della notte stellata che incontra questi due elementi rendendone unico lo scenario! Il catalogo disponibile in versione cartacea è stato curato da Gennaro Regina.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Vax contro No Vax. Figuraccia green pass a Lacco Ameno

Il funzionario si infetta, il comune resta chiuso fino a dopo i morti e l’opposizione prova a fare lo sgambetto al governo Pascale. La replica del responsabile pro tempore al personale è una lezioncina sulla privacy: è bastato un copia e incolla della legge e delle note del garante