fbpx

Rinviati a giudizio Annalisa Iaccarino e gli imputati del sussidio post-terremoto per la truffa del CAS

Imbarazzo: E’ imbarazzante vedere i vertici della Regione, dal vice presidente Bonavitacola all’assessore Discepolo accompagnarsi con una degli indagati come niente fosse. Serietà, dove sei?

Must Read

Paolo Mosè | Il giudice dell’udienza preliminare ha deciso: tutti gli imputati rinviati a giudizio. Sono coloro che hanno ricevuto il sussidio per far fronte alle spese per il fitto di una nuova abitazione dopo che quella di proprietà ebbe a ricevere danni consistenti a causa della scossa di magnitudo 4 della scala Richter che si manifestò la sera del 21 agosto del 2017. Per la procura della Repubblica e la stessa Guardia di Finanza della Tenenza di Ischia sarebbe stato frutto di un raggiro per incassare somme non dovute. Per alcuni di questi imputati le cifre sono di modesta entità, ma per altri si parla di diverse decine di migliaia di euro. Il giudice non ha fatto distinzioni di sorta ed ha deciso di accogliere in toto la richiesta proveniente dalla procura della Repubblica, che ha insistito nelle udienze scorse durante la discussione.

Non sono servite a modificare il quadro accusatorio le ricostruzioni che sono state fatte dai difensori, che oltre a contestare la scelta di perseguire i propri assistiti, hanno consegnato nelle mani del giudice dell’udienza preliminare una serie di documentazioni che dimostrerebbero, secondo i legali, la liceità delle richieste e dei relativi incassi.

E tutto supportato da alcuni contratti che vennero stipulati. Ma in particolare l’utilizzo di questi immobili ove si erano trasferiti alcuni di coloro che hanno ricevuto il contributo dello Stato, acclarato soprattutto dal consumo di energia elettrica e da quello idrico. In alcuni casi questi stessi imputati furono costretti a cambiare medico di famiglia essendosi trasferiti in altro comune dell’isola. Poco per cambiare questa decisione.

Si ritiene importante che si svolga un processo pubblico alla presenza di un collegio giudicante, per stabilire se effettivamente quelle somme sono state utilizzate per scopi diversi rispetto all’oggetto dello stanziamento. E di questo ne dovranno rispondere Giuseppe Arcamone, Maria Rosaria Castagna, Ornella De Rosa, Colomba Iacono, Annalisa Iaccarino, Giuseppe Liccardo, Sebastiano Balestrieri Lucido, Debora Mellone e Maddalena Stasio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, arrestati due spacciatori: 103 dosi di cocaina per il mercato di Forio

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Ischia, durante il servizio di controllo del territorio, hanno notato, presso lo...