Rientro in classe di quarta e quinta elementare, la vittoria dei ragazzi. Il Video di protesta di Piedimonte

0

Il TAR Campania ha accolto il ricorso dei genitori contro la DAD e contro le scelte populistiche del governatore della Regione e dei sindaci spari sul territorio.

Il Tar della Campania si è pronunciato sull’ordinanza relativa all’attività scolastica nella nostra regione, stabilendo l’adeguamento alle disposizioni nazionali per quanto riguarda la scuola Primaria. Si ricorda che la Regione aveva già consentito l’attività didattica in presenza fino alla terza classe elementare, cui si aggiungono ora anche la quarta e la quinta, a partire da domani (oggi), 21 gennaio 2021.

Rimangono in vigore le disposizioni regionali relative alla scuola secondaria di primo grado, le cui attività in presenza restano pertanto sospese fino al 23 gennaio. Per la Secondaria di II grado si deciderà, come previsto nell’ordinanza regionale, dopo il 23 gennaio alla luce delle verifiche dell’Unità di Crisi. A breve sarà emanata un’ordinanza che riassumerà l’insieme delle decisioni relative all’attività scolastica, coerenti con quanto stabilito. Sarà consentito ai sindaci e alle autorità sanitarie locali di assumere decisioni connesse ai contesti locali.

Per la scuola di seconda grado, invece, la Regione Campania non ha dubbi: “Con riferimento alla scuola Secondaria di I° Grado (scuola media), si chiarisce che fino al 23 gennaio restano efficaci le decisioni contenute nell’ordinanza regionale n.2/2021, quindi resta sospesa ogni attività in presenza, salve le ipotesi già previste dalla stessa ordinanza regionale (alunni con bisogni educativi speciali o con disabilità)

Nel frattempo alcuni genitori del plesso di Piedimonte, nei giorni scorsi, hanno preparato un questo video di protesta. Un video che lascia il tempo di riflettere e di capire che la chiusura della scuola è un danno solo per i nostri figli!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui