sabato, Maggio 15, 2021

Rientro a Scuola, arriva il maxi intervento Eav

In primo piano

Stando a quanto ha dichiarato a telesindaco, Enzo ha convocato i dirigenti scolastici delle scuole superiori dell’isola d’Ischia per organizzare il rientro in classe in sicurezza e lo ha presentato come un’iniziativa propria. Peccato che già il 5 gennaio, Chiara Conti, responsabile dell’Ambito 15 avesse sollecitato Prefettura e istituzioni locali circa le difficoltà ischitane.
Per gestire un rientro in sicurezza per le scuole superiori in Italia, la Prefettura di Napoli ha previsto una diversificazione degli orari di ingresso e ha previsto un primo scaglione alle ore 8.00 e un secondo alle ore 10.00.
Come aveva già chiesto la dirigente Conti, la Prefettura dovrebbe concedere una deroga per l’isola d’Ischia per consentire a tutta la platea scolastica di arrivare in orario. Prevedere l’inizio delle elezioni alle 8 (e non alle 8.30 come prima) diventa un problema serio a causa della mancanza di collegamenti marittimi.
La Conti ci aveva già detto il 5 gennaio: “Noi dovremmo avere sicuramente una deroga che pure è possibile ottenere. Per le scuole superiori sicuramente l’orario delle 8 come inizio non va bene e bisognerà provvedere uno slittamento dell’orario oltre naturalmente a una intensificazione di navette dai porti per il personale scolastico non residente sull’isola, anche per alleggerire il carico dei bus”.

Nel frattempo, la buona notizia arriva dall’Eavbus. In vista del 25 gennaio, quando le scuole superiori dovrebbero riaprire le loro aule, l’EAV Bus ha già pronto un maxi intervento a supporto della nostra isola. Sono ben 6 i bus in più che dovrebbero facilitare i collegamenti terresti in orario scolastico.
“Il piano prevede sei autobus in più – ci ha detto il direttore dell’esercizio EAV, ing. Mariano Vignola – rispetto al normale servizio . Garantiremo collegamenti dedicati sia all’ingresso sia all’uscita da scuola. Definiremo tutti i dettagli venerdì prossimo quando avremo un nuovo incontro con il Prefetto”.
Mentre il problema “terrestre” sembra essere risolto grazie all’intervento di EAV, la grana trasporti marittimi resta ancora un grande punto interrogativo e ha bisogno di una interlocuzione molto più ampia perché ci sono da contemperare tutte le limitazioni imposte al trasporto pubblico.

Le linee in terraferma per raggiungere il porto, nuovi collegamenti marittimi da organizzare in vista degli orari di ingresso e di uscita. Se si entra alle 8 e alle 10, si uscirà alle 15 e alle 17. E bisogna organizzare non solo l’arrivo ad Ischia ma anche il rientro in terraferma.
In attesa delle possibili ordinanze di De Luca e di qualche pronuncia del TAR sulla riapertura delle scuole superiori, oltre all’EAV, siamo in grandissimo ritardo. Ma su questo non avevamo nessun dubbio.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Covid 19. 7 nuovi contagi per Ischia. 82 tamponi processati

Siamo in zona gialla, eppure termini di contagi la situazione continua a restare immutata e preoccupante. Tanto che si...
- Advertisement -