martedì, Aprile 13, 2021

Real Forio finalmente in campo

In primo piano

Dopo il Barano del neo d.s. Mario Terracciano, anche il Real Forio ieri pomeriggio ha ripreso gli allenamenti al “Salvatore Calise”. Sarà un tour de force, come annunciato, per presentarsi in forma per la prima di questo mini-campionato che è in programma l’11 aprile. Essendo il girone formato da cinque squadre, c’è anche la possibilità che nella prima giornata si possa riposare. «Ci alleneremo tutti i giorni, dobbiamo recuperare il tempo perduto. Ma finalmente siamo in campo e vogliamo farci trovare pronti», commenta un soddisfatto mister Leo alla fine dell’intensa seduta, svolta alla presenza del collaboratore tecnico Michele Castagliuolo, del preparatore atletico Pierangelo Pesce e del preparatore dei portieri Michele Di Meglio. Senza dimenticare il sempre presente Antonio Reale che non fa mancare nulla ai biancoverdi.

Come previsto dallo stesso Leo, per facilitare l’inserimento graduale di qualche ragazzo delle giovanili, al “Calise” erano presenti anche Diego Grieco e Antonio Boria. Con l’addio dei vari Russo, Moccia, Coppola e Jelicanin, l’organico è composto quasi unicamente da calciatori locali. Per esigenze di bilancio ma anche per avere qualche certezza in più in chiave contagi, sono stati limitati al massimo gli arrivi di elementi al di fuori dall’isola. Infatti, si registrano solo gli acquisti dei procidani Fabrizio Muro (centrocampista) e Giò Cibelli (attaccante), i quali però hanno dovuto rimandare ad oggi la conoscenza dei nuovi compagni. Al pari del già tesserato Lubrano, i calciatori su cui punta il direttore tecnico Giovanni Iovine non hanno potuto lasciare l’Isola di Arturo per avverse condizioni meteomarine. Il forte vento non ha consentito lo scalo della nave proveniente da Napoli in direzione Ischia. Tuttavia è probabile che la piccola “colonia” procidana possa crescere perché si parla di un arrivo di un altro elemento, più giovane, proveniente dalla squadra biancorossa.

Dopo un buon riscaldamento e la parte atletica, Leo ha schierato subito due gruppi. E’ ancora presto per comprendere le condizioni atletiche dei vari elementi, fermi da circa cinque mesi. I veterani Chiaiese e Di Spigna  hanno lavorato a parte. Il guizzante Cantelli ha subito recepito alcune indicazioni dell’allenatore che punta molto sul folletto del Lacco Ameno, così come sui giovani Castaldi e Migliaccio che saranno chiamati a dare il loro contributo nel reparto avanzato. Come previsto, nel gruppo c’è anche il 2005 Seprano, gioiellino della squadra Allievi che al pari di tutte le squadre giovanili non ha mai iniziato la stagione. Ieri era soltanto la prima seduta dopo un’interminabile pausa, nei prossimi giorni mister Leo comincerà a fare le sue valutazioni anche dal punto di vista tattico: se proseguire col 3-5-2 con il quale era iniziata la stagione o passare ad un 4-3-3, avendo in difesa elementi affidabili come Sirabella e Capuano che si sono aggiunti ai vari Iacono, Trani, Annunziata e al jolly Lubrano.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Isole covid free: stop al piano di Regione, ASL e Sindaci

Il prossimo obiettivo, però, è quello di evitare di continuare con la clientela da vaccino e con il mercato dell’inoculazione! La moltiplicazione degli hub e la spicciola clientela locale non possono trovare spazio in questa vicenda. La priorità deve essere chiara: annullare la realizzazione del terzo hub del Negombo e realizzare un unico hub al palazzetto dello sport di Ischia dove concentrare le operazioni di vaccinazione.
- Advertisement -