fbpx

Real Forio contro l’incognita oplontina

Must Read

Per il Real Forio stamattina ci sarà l’esordio contro quella che possiamo ben definire l’“incognita oplontina”. Una squadra-cantiere dopo la decisione da parte degli ex soci giuglianesi di Riccardo Franceschini (noto ai tifosi dell’Ischia di vecchia data per qualche operazione di mercato agli inizi ed a metà Anni ’90) di accettare la proposta del sindaco di Torre Annunziata, Ascione. Il Real Forio si tuffa in campionato. Messa da parte la coppa dopo la vittoria di Barano (il 26 al “Calise” si sfiderà l’Ischia per l’accesso al secondo turno), la squadra biancoverde cercherà di debuttare col piede giusto. Diradate le nubi dopo giorni di incertezza su quale entità calcistica sarebbe sbarcata a pochi passi dalla Chiaia: se il rinato Casoria, allestito sulle ceneri del Giugliano retrocesso dalla D, con alla guida Baratto, oppure se il nuovo Savoia, comunque già fortemente respinto e contestato dai tifosi oplontini che subodorano un altro anno di passione di fronte ad una iniziativa nata a quattro giorni di distanza dall’inizio del campionato. Tuttavia in casa biancoverde Flavio Leo ha sempre considerato l’ipotesi che la gara si disputasse, nonostante l’onta della rinuncia ospite ad un certo punto sembrasse inevitabile. L’allenatore non ha mai creduto in un esordio con i tre punti nel carniere senza scendere in campo ed in questa ottica ha preparato la partita. Leo ha a disposizione Gianluca Saurino che potrebbe far coppia in avanti con Jelicanin, con Cantelli che potrebbe essere riportato sulla fascia sinistra. Alle sue spalle potrebbe esserci il debutto, pardon, il ritorno di Pasqualino Accurso. Considerato che Ciro Saurino ha ripreso da poco, sulla mediana Sirabella agirà di nuovo con Fiorentino. Il terzo potrebbe essere ancora l’under Crescenzo Di Meglio.

OPLONTINI BABY – Sulla panchina del “fu” Giugliano quest’oggi ci sarà Maurizio Lampitelli, allenatore con trascorsi al Succivo, reduce da esperienze a livello di settore giovanile con il Giugliano. «Questa prima partita sarà affrontata con tanti under, del resto siamo partiti da tre giorni – dice il d.s. del nuovo sodalizio, Palumbo –. Saranno al momento tre i calciatori più esperti: l’attaccante Masucci, il centrocampista Capozzi e il difensore Pica. Ci stiamo organizzando, speriamo di recuperare il tempo perduto. Se la scelta di Lampitelli è quella definitiva? Se si dimostrerà all’altezza, nessun problema…». Sulla neonata società vesuviana nelle ultime ore se ne stanno raccontando non proprio di “belle”, visto che sarebbe intenzione del club rimborsare i calciatori in criptovalute.

SOLO IN CINQUANTA – La società biancoverde ieri ha reso noto che al “Calise” potranno accedere soltanto sessanta spettatori. Nelle ultime ore ci sarebbe stato un “giro di vite” da parte delle istituzioni nel far rispettare la capienza in base all’agibilità dichiarata delle strutture. «Il Real Forio comunica che, a causa delle restrizioni Covid 19, l’ingresso allo stadio “Salvatore Calise”, in occasione della partita Real Forio-Giugliano 1928 (valida per la prima giornata del campionato di Eccellenza), sarà consentito soltanto ad un massimo di 50 (cinquanta) spettatori». In pratica l’accesso sarà consentito solo agli abbonati in possesso della tessera biancoverde. Un vero peccato perché la società foriana puntava molto sul calore del proprio pubblico. In tanti sarebbero stati curiosi di vedere all’opera la squadra di Leo. «Il nostro primo pensiero, però, è rivolto ai nostri meravigliosi tifosi. Domenica, giocheremo allo stadio stadio Salvatore Calise e non vediamo l’ora di riabbracciarvi», era il pensiero societario postato a due giorni di distanza dalla partita. Poi, la notizia della restrizione.

ARBITRO – La gara (ore 11.00) sarà diretta dal signor Marco Granillo della sezione di Napoli (assistenti Sabatino di Napoli e Orazio di Frattamaggiore).

I CONVOCATI

Portieri: Lamarra, Pasero.

Difensori: Accurso, Aiello, Annunziata, De Luise V., Iacono, Lubrano, Trani, Verde.

Centrocampisti: Di Meglio A., Di Meglio C., Fiorentino, Saurino C., Sirabella, Sorrentino.

Attaccanti: Cantelli, Castaldi, Jelicanin, Migliaccio, Saurino G.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

«Per la frattura al braccio di mio figlio al Rizzoli hanno sbagliato tutto!»

Ugo De Rosa | Ci risiamo con un episodio di malasità all'ospedale Rizzoli. Una vicenda che ha coinvolto una famiglia...