lunedì, Aprile 12, 2021

Randagismo politico | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 21 marzo 2021

In primo piano

Ogni volta che ho l’opportunità di chiacchierare con il mio eterno Sindaco Peppino Brandi vengo premiato da qualche perla di saggezza. In occasione della telefonata augurale nel giorno di San Giuseppe, venerdì scorso, abbiamo solo accennato qualche considerazione sullo scenario politico creatosi al Comune di Ischia e, come sempre, la sua definizione è stata puntuale e lapidaria: “Amico mio, in questa situazione di randagismo politico, è molto difficile orientarsi”.

Come sovente accade, Peppino aveva ragione: in questi giorni ho avuto modo di svolgere alcuni incontri con amici vecchi e nuovi che, come me, hanno a cuore le sorti del Paese, ancorché stentino ad accettare l’idea di intraprendere o riprendere un impegno diretto da qui al prossimo anno. Tuttavia la considerazione principale resta la stessa: la gente sarà in grado o no di creare un distinguo tra i “randagi” e quelli col microchip o, per dirla un po’ retrò, col tatuaggio e la medaglietta? Oppure -come amo ripetere- saremo “sempe tutt purtuall”?

Al momento un po’ di pessimismo è d’obbligo, perché il silenzio che ha accompagnato gli accadimenti più recenti è sintomatico di quello stato cloroformizzato in cui Ischia versa sin dall’epoca di Giosi Ferrandino e di cui ho parlato e scritto spessissimo. Ciononostante, emerge anche un notevole malcontento underground verso l’amministrazione in carica, unitamente al convincimento che a differenza di quanto accadde nell’ormai lontano 2007 col famoso “caularone”, la tenuta dell’assembramento creatosi oggi nella maggioranza di Enzo Ferrandino potrebbe, sotto data, dover fare i conti con altrettanto malcontento di chi, trovandosi a dividere il potere oltre ogni peggiore previsione in vista della campagna elettorale, non disdegnerebbe certo una diversa valutazione opportunistica verso uno schieramento che offra maggiori spazi di manovra per il futuro.

E se diamo per scontato anche questo, direte Voi, dove saranno mai i margini per un cambiamento?

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Isole covid free: stop al piano di Regione, ASL e Sindaci

Il prossimo obiettivo, però, è quello di evitare di continuare con la clientela da vaccino e con il mercato dell’inoculazione! La moltiplicazione degli hub e la spicciola clientela locale non possono trovare spazio in questa vicenda. La priorità deve essere chiara: annullare la realizzazione del terzo hub del Negombo e realizzare un unico hub al palazzetto dello sport di Ischia dove concentrare le operazioni di vaccinazione.
- Advertisement -