fbpx

Pubblicata l’ordinanza per l’emergenza: c’è tutta l’isola. Ma nomina il “commissario” e non Legnini…

Must Read

Questa volta il Governo si è reso conto che siamo un’isola sola e che le catastrofi naturali non tengono conto delle divisioni amministrative. Il Capo della Protezione Civile ha firmato l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 948 del 30 novembre 2022, recante: “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio dell’isola di Ischia (NA), a partire dal giorno 26 novembre 2022.”.

Non ci sono le nostre divisioni, anzi quelle che la Repubblica italiana ci ha donato dopo il periodo fascista e l’ordinanza tiene conto dell’intera isola d’Ischia.

L’ordinanza, tra le altre cose, contiene anche la nomina del commissario a questa emergenza “frana”, ma quello che fa la differenza è la formulazione della nomina. Dalla Protezione Civile, evidentemente con qualche manina politica, si è ricorsi ad un fine stratagemma che si ricollega anche alla recente polemica con la Regione Campania e la nomina, prima della Calcaterrra e poi del Prefetto Palomba da parte del governo che ama le “prefetture”,

Nel testo di Curcio, infatti, si legge: “Per fronteggiare l’emergenza derivante dagli eventi calamitosi di cui in premessa, il Commissario straordinario del Governo per gli interventi nei territori dei Comuni di Casamicciola Terme, Forio, Lacco Ameno dell’isola di Ischia interessati dagli eventi sismici del giorno 21 agosto 2017, è nominato Commissario delegato”.

Attenzione, il governo ha nominato il commissario per la ricostruzione a questa emergenza e non Giovanni Legnini. Cosa vuol dire? Facile. Il 31 dicembre scade il mandato dell’on. Giovanni Legnini e il governo dovrà nominare un nuovo commissario alla ricostruzione e, nonostante la nostra speranza sia nel rinnovo di Legnini, va da se che cambiato il Commissario del “terremoto” si cambia anche il commissario della “frana”.

1 commento

  1. Salve, scusate una domanda, Ma dal 2017, dopo terremoto Ischa-Casamicciola, questo Legnini che cosa ha fatto? Sono trascorsi 5 anni, dico 5 anni, e cosa è stato fatto? Da quello che qualche amico di Casamicciola mi ha riferito, la risposta è NULLA. Un rimischia carte, far passare tempi , andare nel dimenticatoio, e non risolvere NULLA. Povera Isola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»
In evidenza

Sodano: «Ischia, faremo presto e bene: da lunedì all’opera sull’isola»

Il presidente della S.M.A. delinea le operazioni che si svolgeranno sul territorio isolano, dalla pulizia degli alvei alla rimozione del fango: «L’obiettivo è riutilizzarlo per quanto possibile in loco»