Prof. Enrico Sapio e Ischia: la delicatezza dei suoi paesaggi

0

Il 30 agosto 2020 vi è stato il 30.mo anniversario della dipartita del Professor Enrico Sapio, stimato professionista che “varie pagine di ieri e di oggi” della cultura di Ischia lo ricorda con stima e affetto.


Nato a Napoli nel 1915 e discendente da nobile famiglia, Enrico Sapio frequentò corsi di Storia dell’arte conseguendo giovanissimo il diploma con abilitazione alla lieta professione soprattutto nelle Accademie di Arte e Cultura dal Dopoguerra agli anni successivi.
La sua arte, così viva e ricca di valori umani fu magnificata dalla critica e da alcune riviste degli anni Sessanta trovando un meritato posto al sole in un dizionario di maggiori Artisti Italiano di quel tempo.


È doveroso, per la famiglia, ma soprattutto per il nostro quotidiano – ringraziando lo scrittore Biagio Di Meglio per la collaborazione offertaci – ricordare ai nostri lettori la figura di questo gentiluomo dell’Arte che contribuì a incrementare arte e cultura in questa perla del Golfo di Napoli così come lui voleva definire Ischia.


Lo scrittore ischitano Biagio Di Meglio per decenni collaboratore redazionale del compianto Domenico Di Meglio ricorda intenerito il professore Enrico Sapio: “Lo conobbi nei primi Anni ’70 quando approdò a Ischia con la famiglia in Corso Vittoria Colonna dove unitamente all’abitazione diede vita al suo Studio d’Arte con l’esposizione delle sue creature pittoriche d’antico stampo che fecero immediatamente breccia nel cuore della piccola cultura isolana. Fondamentalmente un galantuomo d’altri tempi, grazie alla sua signorilità trascinò all’autentico entusiasmo simpatizzanti dell’arte isolana, prendendo contatti con i coordinatori di vari cenacoli dell’Isola Verde.
Mi raccontava di essere stato inserito in varie antologie d’arte e cultura e riuscii a convincerlo a partecipare ad alcuni convegni del Centro Internazionale di Cultura fondato dalla compianta Maria Vassallo (deceduta il 10 luglio 1990) e tuttora ingiustamente dimenticata.
Ricordo che alcuni artisti isolani tra i quali Gianni Lambitelli, Gianluigi Verde, Maria Gloria, Gianni Lubrano Lobianco e Massimo Venia diedero vita nel 1985 all’API – Associazione Pittori Ischia – chiamandolo alla presidenza dell’Associazione. Commosso e onorato dell’alto incarico ricevuto, il prof Sapio diede vita a iniziative pittoriche, culminata con la realizzazione di mostre di pittura estemporanea e successivamente con l’eccellente attuazione della Rassegna “‘Arte in vetrina”: una simpatica e lodevole manifestazione che vedeva i vari artisti interessati all’esposizione dei loro quadri nelle vetrine dei più accorsati negozi e boutique di Ischia.
La prematura e inaspettata uscita di scena il 30 agosto 1990 registrò un vuoto incolmabile nella ribalta pittorica isolana e la stampa di Ischia volle ricordarlo per il suo alto contributo offerto all’insegna del vero Umanesimo.
Pochi anni dopo l’API cessò l’attività nonostante l’impegno che gli associati profusero per portare avanti l’impegno sociale e artistico di Enrico Sapio, del quale io fui felicissimo di essere, segretario e addetto stampa, nell’ambito delle sue numerose attività artistiche mirate sopratutto all’impegno della nuova gioventù operosa in queste discipline.
Spero vivamente che in tempi vicini Ischia voglia ricordare il Professore Enrico Sapio per i suoi alti meriti attraverso iniziative culturali e mi auguro questa mia proposta possa essere accolta dal Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino che, spesso e molto vicino a questi basilari progetti e amarcord e ai ricordi di personaggi che contribuirono alla valorizzazione dei più alti ideali del progresso”.

La famiglia del Professore Sapio è molto grata allo scrittore Biagio Di Meglio per aver egli provveduto nell’Ottobre 2001 a segnalarlo all’Accademia Internazionale Pontzen, presieduta dal professor Ciro Punzo (deceduto qualche anno fa) per il conferimento di un encomio alla sua memoria in un importante cerimonia che ebbe luogo all’Hotel Excelsior di Napoli alla presenza di numerose autorità culturali e della politica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui