sabato, Maggio 15, 2021

PROCIDA INSEGNA. Nessun hub, nessuna spesa: tutti al comune! Per finire loro, noi tra disagi e chiusure

Già, amara considerazione: Ora che Procida ha finito. Meritiamo di più. Molto di più!

In primo piano

Ieri (sabato,. ndr) ho fatto un’altra tappa all’Hub vaccinale del Palazzetto dello Sport Ischia. Un po’ di caos “light”, un po’ coda e gli effetti della pausa pranzo hanno dato, per un po’, qualche pensiero agli anziani in attesa della seconda dose, a molti vigili urbani del comune di Ischia e a quanti erano prenotati.

Non starò qui a sottolineare e a questionare sul perché la protezione civile abbia chiamato quelli delle 17 per recuperare le assenza della mattina e non quelli delle 15, l’argomento che vorrei portare in evidenza è la questione scelta.

Negli ultimi tre giorni Procida ha somministrato 2214 dosi di vaccino superando la soglia del 40% nella vaccinazione della popolazione. Ma come?

Le foto che pubblichiamo sono la prova della diversità di scelta e dell’imposizione delle cose da fare.

Procida ha vaccinato, senza problemi, la media di 700 persone al giorno negli ultimi tre giorni (672, 682 e 860) e lo ha fatto nelle stanze del comune! Si, avete capito benissimo, nelle stanze del comune.

Quando abbiamo chiesto il motivo della scelta  “casa comunale” al posto dei due hub vaccinali, una fonte qualificata dell’amministrazione di Procida ci ha risposto in maniera chiara: “Perché abbiamo scelto l’organizzazione più semplice ed economica.  È stata molto funzionale ed efficace”

E noi? E Ischia? Siamo lasciati alla decisioni assunte da chi non conosce il territorio, dalla propaganda di qualche sindaco con la smania da social network e da manovre che hanno, davvero, poca ratio.

Procida è la dimostrazione del nostro fallimento. Procida è la dimostrazione che abbiamo fallito su tutta la linea. Da febbraio ad oggi.

Certo, una tenda e due sedie in più all’esterno della casa comunale le avrebbero potuto installare ma il risultato, l’efficacia e l’impatto generale sulla campagna vaccinale procidana ha tutti voti alti soprattutto se pensiamo che oggi s vaccina la fascia d’età tra i 18 e i 29 anni.  Il favore dei numeri piccoli, ovviamente, aiuta.

Ma Ischia? Ischia arranca e annaspa perché è vittima di se stessa. La necessità di fare giochetti a favore di tizio e di caio, il vizio di pensare di essere più furbi degli altri e l’incapacità di avere una voce in capitolo seria e autorevole (non l’abbiamo perché abbiamo attivato la modalità autodistruzione, siamo come una malattia autoimmune!) continuano a penalizzarci.

Siamo così “relativi” che si dimenticano anche di inviarci gli approvvigionamenti dei sieri? E sapete che succede? Teniamo chiuso l’hub di Forio in alcuni giorni! Assurdo.

A questo disastro, poi, non mancano mai i protagonisti che continuano a prestarsi ad indegni spettacoli in tv rivendicando questione assurde e fuori ogni tipo di logica. E il riferimento all’ennesimo spettacolo indegno andato in onda su Rete 4 con Del Debbio è puramente voluto.

Da lunedì, però, dovrebbe cambiare la storia. Perché? Perché Procida ha finito. E noi siamo qui a rincorrere…

Guida il carro dei secondi il sindaco di Forio: “A partire da lunedì 3 maggio sarà intensificata la campagna vaccinale sull’isola di Ischia. “Grazie a questa accelerazione si procede, spediti, verso una vaccinazione massiccia della popolazione isolana – dichiara il Sindaco di Forio e Presidente ANCIM, Francesco Del Deo – il tutto per raggiungere, in tempi brevi, l’obiettivo di rendere l’isola “CovidFree”. Invito, quindi, tutti i residenti dell’isola di Ischia, dai 16 anni in su, ad aderire alla campagna vaccinale tramite il portale messo a disposizione dalla Regione Campania.” Prenotarsi è molto semplice: basta collegarsi all’apposito link e inserire il proprio codice fiscale e numero della tessera sanitaria, oltre che la propria mail e numero di cellulare (necessari per la conferma dell’avvenuta prenotazione e la successiva convocazione). Si precisa che le convocazioni avverranno nel rispetto dell’esaurimento, a scalare, delle fasce d’età, così come disposto dalle vigenti ordinanze regionali. Vorrei ricordare a tutti i residenti che prenotarsi il prima possibile è necessario affinché venga organizzata al meglio la campagna vaccinale e realizzata in tempi brevi”.

Già, amara considerazione: Ora che Procida ha finito. Meritiamo di più. Molto di più!

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Traffico. Da sabato al via le ZTL a Lacco Ameno

Il Comando di Polizia Municipale informa che da sabato 15 maggio p.v. conl’adozione dell’Ordinanza n° 5/2021 sarà riattivato il...
- Advertisement -