fbpx

Procida. Ex faro di Punta Pioppeto, fimato il trasferimento di proprietà al comune

Must Read

In data 07/10/2021, presso la Casa Comunale di Procida, è stato stipulato dal Direttore della Direzione Regionale Campania della Agenzia del demanio Mario Parlagreco e dal Sindaco di Procida Dino Ambrosino l’atto di trasferimento in proprietà al Comune a titolo gratuito ai sensi del federalismo culturale del compendio demaniale denominato “Ex Faro di Punta Pioppeto”.

Con la firma dell’atto si conclude un percorso svolto in tempi molti celeri congiuntamente dal Comune di Procida, dalla Agenzia del demanio e dal Ministero della Cultura volto al recupero  di uno degli immobili a forte carattere identitario per l’isola di Procida.

Il programma di valorizzazione predisposto dall’Ente Civico si pone l’obiettivo della rigenerazione e del riuso del compendio – che è costituito dal percorso pedonale che dalla pubblica via conduce alla costa, dalla cd. Ex Casa del Custode e dalle relative aree pertinenziali- e ne prevede la sua rifunzionalizzazione in luogo dedicato ad attività per lo sviluppo e la diffusione dell’educazione ambientale nel quadro di un apposito Protocollo di Intesa sottoscritto tra il Comune e l’ Area Marina Protetta “Regno di Nettuno” nonché in luogo per la realizzazione di manifestazioni ed eventi culturali (mostre, work-shop etc.), aperti alla comunità locale ed ai visitatori, mediante la riqualificazione di tutti gli spazi esterni. La valorizzazione del compendio si inserisce, altresì, nell’ambito della realizzazione della prestigiosa iniziativa “Procida Capitale italiana della Cultura 2022” che porrà ancora di più l’isola al centro della ribalta nazionale ed internazionale.

(E’ opportuno precisare che il Faro di Punta Pioppeto, attualmente totalmente meccanizzato, resterà in uso governativo alla Marina Militare ed è, pertanto, escluso dalla procedura di trasferimento in favore del Comune che, a sua volta, garantirà la più ampia servitù di passaggio allo Stato per l’accesso al Faro ai fini della relativa gestione e manutenzione).

comunicato stampa

2 Commenti

  1. Per la serie Esopo

    … mentre sull’isola d’Ischia il magnifico faro di Punta Imperatore è stato “ceduto” agli amici di non so chi che lo destineranno ad attività commerciale.
    Questa è una delle differenze che qualifica Procida come la Capitale della cultura e l’isola d’Ischia come la capitale della speculazione edilizia.

  2. In aggiunta a quanto dice Bruno che condivido, dico che L’ex faro di Punta Pioppeto al Comune di Procida e l’ex teleposto di Monte Vico ( Lacco Ameno ) al privato è una vergogna per Lacco Ameno e per l’Isola d’Ischia; onore a Procida ed al Suo Sindaco Dino Ambrosino! Al Sindaco Pascale chiedo un sussulto di dignità istituzionale perché l’ex Teleposto di Monte Vico venga acquisito a patrimonio comunale ed impugni, pertanto, l’atto di cessione al privato davanti al TAR, come già promesso ai lacchesi ed all’isola sia in campagna elettorale, sia con specifica delibera di GM. Nicola Lamonica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Tragedia. Uomo colto da malore, muore sulla strada di casa

Venerdì di dolore e di sgomento. La quiete della comunità isolana e della comunità di Casamicciola Terme, sono state...