Prima gli Isolani. Sindaci contro la Sapna, Caruso e Ambrosino suonano la carica

0

Gaetano Di Meglio | La crisi dello STIR di Giugliano ci tocca da vicino più di quanto possiamo pensare. Una crisi che, da alcuni giorni, diventa un serio problema per le nostre comunità. Sono giorni, infatti, che lo stabilimento che recepisce i nostri rifiuti indifferenziati, ovvero la gran parte, non riconosce ai compattatori delle isole la priorità che, da sempre, ci è concessa.
Una priorità necessaria, non sono per le necessità territoriali e per l’esigenza di ritornare dalla terraferma sulle isole ma soprattutto perché resta in vigore un’ordinanza del sindaco di Pozzuoli, Figliolia, che ha stabilito nel lontano 2013 il divieto di transito ai veicoli compattatori per la raccolta e il trasporto di RSU dalle 09:00 alle 02:00 nel comune di Pozzuoli. Un’ordinanza che i nostri sindaci conoscono benissimo perché, con frequenza elevata, i compattatori isolani vengono multati dalla Polizia Municipale puteolana ogni qualvota il divieto non viene rispettato.
Ebbene, in merito alla priorità non riconosciuta, i primi cittadini hanno inoltrato alla S.A.P.N.A., la società che gestice l’impianto, al Presidente della Giunta Regionale Campania, On.le Vincenzo De Luca, al Vice Presidente della Giunta Regionale Campania e Assessore all’Ambiente Dott. Fulvio Bonavitacola e al Sindaco della Città Metropolitana, Dott. Luigi de Magistris e al Prefetto di Napoli, la Dott.ssa Carmela Pagano, che è chiamata ad essere come arbitro in una battaglia che, sinceramente, non si sarebbe mai dovuta combattere.

La nota.
«I sottoscritti Sindaci dei Comuni dell’Isola d’Ischia e de ll’Isola di Procida premesso che le suddette isole sono prive di impianti di recupero o smaltimento di rifiuti, pertanto gli stessi debbono essere necessariamente trasferiti m terraferma; in particolare, i rifiuti indifferenziati vengono conferiti presso lo STIR di Giugliano; nei giorni scorsi gli automezzi provenienti dai Comuni scriventi hanno riscontrato gravi difficoltà nel conferimento dei rifiuti indifferenziati presso lo STIR in parola. In particolare, si sono registrati notevoli ritardi nello scarico e non è stata assicurata, pertanto, alcuna priorità agli automezzi provenienti dalle isole, nonostante i noti problemi logistici legati all’insularità (difficoltà nei collegamenti marittimi, divieto di transito ai veicoli compattatori per la raccolta e il trasporto di RSU dalle 09:00 alle 02:00 imposto dal Comune di Pozzuoli giusta Ordinanza Sindacale n. 26048/2013, ecc.) considerato che la suddetta situazione determina gravi sul corretto espletamento di un servizio pubblico essenziale qual è quello della raccolta dei rifiuti, nonché pericolo di emergenze igie nico-sanitarie, anche in considerazione dell’innalzamento delle temperature Tanto premesso e considerato, gli scriventi chiedono l’immediata risoluzione della problematica de qua e, quindi, che venga nuovamente garantito il regolare conferimento presso lo STIR di Giugliano. Chiedono, inoltre, che venga assicurata la priorità nello scarico agli automezzi provenienti dalle isole di Ischia e Procida, in considerazione delle difficoltà logistiche sopra rappresentate. In attesa di riscontro scritto, gli scriventi porgono distinti saluti» è questa la nota firmata da Rosario Caruso e Dino Ambrosino che guidano la cordata dei sindaci con Giacomo Pascale, Giovan Battista Castagna, Francesco Del Deo, Dionigi Gaudioso e Enzo Ferrandino che, speriamo, non resti lettera morta.
Una reazione istituzionale, questa dei nostri sindaci, che arriva nel modi giusti e forse con un leggero ritardo ma è opportuno prendere atto che c’è stata. La necessità di vedersi riconosciuta la priorità di conferimento è fondamentale. Così come è fondamentale che le nostre amministrazioni inizino ad adottare le migliori procedure per elevare la percentuale di raccolta differenziata che resta ancora troppo bassa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui