fbpx

Prima geni, poi ciucci. Dopo i 28 e i 30, i cinque candidati sbagliano la prova e vengono bocciati al concorso truccato

Concorso a Casamicciola Terme per D1. La procedura era già stata al centro di un intrigo municipale lo scorso giugno all’indomani della caduta del Governo locale con la denuncia di brogli e le dimissioni dalla commissione di gara della dottoressa Imma Iacono

Must Read

Ida Trofa | Che figuraccia! Il primo esito politic-free di Casamicciola Terme termina con cinque su cinque esclusi dalla procedura per non aver superato la prova scritta. Il quintetto, la cui composizione volutamente ignoriamo, ha fallito il secondo dei tre ostacoli previsti per aggiudicarsi la posta il palio. Bando annullato e tutto da rifare.
Non ci sono interpretazioni o dubbi. La determinazione del responsabile – area I del 1 agosto 2022 è chiara nel merito della approvazione dei verbali di Commissione per il Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di n. 1 Istruttore direttivo Amministrativo – Finanziario, a tempo pieno e indeterminato, cat. D/D1”. Ovvero: nessun candidato ammesso alla fase successiva all’esito degli scritti.
E pensare che alle preselezioni con il Governo di Giovan Battista Castagna in piena forma si erano distinti per merito e grandi punteggi: ben quattro 30 e un solo 28 avevano contraddistinto la fase iniziale del concorsone locale prima dell’inatteso tonfo. Il provvedimento è stato sottoscritto ieri mattina dal Segretario Generale, Dott.ssa Anna Li Pizzi, quale responsabilità del servizio Affari Generali alle dirette dipendenze del Commissario Prefettizio Simonetta Calcaterra, chiamato a reggere le sorti del paese al culmine dalle note vicende.

Nessun candidato ha superato la prova scritta

La commissione esaminatrice, compiute tutte le operazioni della procedura concorsuale, ha stilato i verbali n°8 e n°9 del 06 luglio 2022 dai quali emerge che nessun candidato ha superato la prova scritta ed ha restituito in pari data prot n° 7413 tutti gli atti relativi alla procedura concorsuale al segretario Generale.
Pertanto, nessun candidato è risultato idoneo alla copertura del posto messo a concorso e sarà necessario per questo indire un nuovo bando di concorso pubblico per titoli ed esami, per la copertura con contratto a tempo indeterminato e tempo pieno di un Istruttore direttivo Amministrativo – Finanziario cat. D/D1. Con successiva determinazione si procederà ad indire un nuovo bando di concorso per la copertura con contratto a tempo indeterminato e tempo pieno di n. 1 Istruttore direttivo Amministrativo – Finanziario cat. D/D1. Avverso il provvedimento è ammesso ricorso: Entro 60 giorni Mediante ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania; Entro 120 giorni mediante ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

Fabbisogno di potere

Il bando afferiva al famigerato fabbisogno 2019, approvato dal Dipartimento Affari Interni (Ministero Interno) che tante contese politiche istituzionali ha posto e soprattutto tanti. Siamo certi che dopo questo incredibile annullamento e la sonora bocciatura degli illustri innominabili candidati, né vedremo delle belle. Le cronache municipali già parlano di diffide e provvedimenti che intimano l’assunzione di questo o l’altro soggetto, mentre sono attesi ricorsi al Tribunale amministrativo e non solo. Ma andiamo con ordine e raccontiamo i fatti.

Gli atti

Con la determinazione n. 749 del 31/12/2019, si approvava lo “schema bando di concorso per titoli ed esami e modello di domanda di partecipazione per la copertura di n. 1 posto di cat. D/D1 a tempo pieno ed indeterminato con profilo professionale di Istruttore Direttivo Area Amministrativa – Finanziaria e avvio procedura pubblicata in pari data, e si stabiliva il termine per la presentazione della domanda “entro e non oltre il 30° giorno dalla pubblicazione dell’estratto sulla GU IV^ serie speciale” Concorsi ed esami”, nella gazzetta ufficiale – 4°Serie Speciale-Anno 161°- il 07 febbraio 2020 veniva pubblicato l’estratto del bando di concorso sopra specificato.

Con Determinazione n.581 in data 21/12/2021 sono stati nominati i componenti della Commissione Esaminatrice; con determine n. 62 del 09/02/2022 e n.64 del 10/02/2022, si provvedeva alla sostituzione dei componenti dimissionari.
Il 01 febbraio 2022 con determinazione n. 52 si è proceduto ad affidare alla società “Tempi Moderni s.p.a.”, con sede in Conegliano (TV), il servizio di vigilanza, controllo e distribuzione materiali durante le prove d’esame, svolgimento attività inerenti la prova preselettiva e scritta a risposta multipla in relazione alla procedura concorsuale.
Proprio al fine di individuare l’Istruttore Contabile, scrive la Li Pizzi, si è proceduto alla prova di preselezione in quanto il numero dei concorrenti ammessi è risultato inferiore a 30. Punteggi di rilievi con vette inesplorate in altre realtà concorsuali i 28 ed i 30/30 si sono sprecati.
Poi? Poi la politica ha salutato il palazzo e la scienza infusa ha abbandonato le menti dei pretendenti al posto fisso. Ma non solo. Dietro alle incredibili vicende casamicciolesi c’è molto di più e tanto altro ancora da scoprire.

Senza la “politica amica” nessuno supera il 21…

L’11 febbraio 2022, si è proceduto a prendere atto dell’ammissione e della non ammissione alla selezione. Ed oggi, dopo i rocamboleschi fatti che hanno portato allo scioglimento del consiglio comunale (il 19 luglio 2022, entro i 90 giorni dalle dimissioni il Ministero competente ha emesso il relativo decreto), l’incredibile epilogo. Senza la politica e gli amministratori, sono “tutti ciucci” i nostri aspiranti impiegati pubblici. Aspiranti per i quali la soglia del “21/30” è solo un miraggio. Altro che punteggio minimo a cui ambire. Non resta che attendere la prossima elezione e, forse, il prossimo concorso che si andrà a bandire per soddisfare il suddetto fabbisogno.

Il retroscena

Sull’accaduto si sprecano le congetture e le considerazioni. Sta di fatto che nel merito dei pezzotti concorsuali che oggi alimentano le dicerie, si è già dipanato un mini thriller istituzionale.
La procedura era già stata al centro di un intrigo municipale lo scorso giugno all’indomani della caduta del governo locale con la denuncia di brogli e le dimissioni dalla commissione di gara della dottoressa Imma Iacono. Infatti, nelle imminenze dell’infausta destituzione del Sindaco e dei suoi consiglieri, proprio nel merito del bando la dottoressa Iacono aveva prodotto una pesante e puntuale denuncia, dimettendosi da membro della commissione. Era persino rientrata dalle ferie!

Imma Iacono: “Concorsi Truccati”

Per il posto fisso all’Ufficio Economico-Finanziario, si era già dimesso il presidente di Commissione. Imma Iacono, parlando di concorsi truccati, si era rivolta al commissario prefettizio Calacaterra ed al segretario Li Pizzi per segnalare: “Gravi brogli ed irregolarità nella conduzione delle prove”.
Le stesse che oggi agli inizi di agosto vedono l’annullamento della procedura e la bocciatura unanime dei partecipanti. Come al solito nell’anno degli scolari tutti promossi in Italia, Casamicciola si distingue. Il funzionario pubblico nel rimette l’incarico di vertice del concorso per l’Ufficio Economico-Finanziario aveva chiesto un intervento in autotutela.
Il ko tecnico firmato ieri dalla Li Pizzi potrebbe essere solo uno degli effetti attesi.
Infatti, l’avvocato Iacono con un atto di accusa mirato al protocollo n.7076 del Comune aveva posto una opzione pesantissima sul prosieguo della gara. Come avevamo già avuto modo di scrivere, non si può non rilevare come l’intervento in autotutela dell’Avv. Iacono giunga a meno di 16 protocolli dopo le dimissione di otto consiglieri comunali che hanno portato al commissariamento.

La richiesta in autotutela

Nello specifico la Iacono si rivolge al Segretario Generale, dott.Anna Li Pizzi, Rup del procedimento chiedendo proprio l’“Annullamento in autotutela della procedura concorsuale per il posto di Istruttore Amministrativo-Finanziario cat. D1”. Incarico sin qui ricoperto dalla Dottoressa Crescenza Piro. Quest’ultima, sostiene radio Capricho, tra le più accreditate alla aggiudicazione del posto fisso. Questo, come vi abbiamo detto già, prima che l’amministrazione locale terminasse anzitempo il suo mandato e che, tra i firmatari della sfiducia al governo figurasse, proprio il presidente del consiglio comunale, l’avv. Annunziata Piro. La stessa Piro dopo la denuncia ha tentato invano di farsi aggiudicare il bando con note e diffide legali. Tutto prima che si decidesse di cestinare il lungo e velenoso iter.
“Mio padre diceva che molte cose non si possono provare, ma se ne possono trarre le conseguenze” ha svelato Fiammetta Borsellino recentemente parlando di suo padre Paolo.

4 Commenti

  1. Però chissà come mai quando sono tutti geni si pubblicano i nomi con relativo punteggio, mentre quando sono “ciucci” così come li avete definiti i nomi non si pubblicano.

  2. A Casamicciola hanno scoperto l’acqua calda.
    La notizia non merita nemmeno la pubblicazione in cronaca del giornale, tempo e carta sprecata.
    Funziona e ha senpre funzionato cosi’,se non sai far niente ci pensa la politica e il politico di turno, che poi sono in simbiosi.

    Checco ZALONE
    https://www.youtube.com/watch?v=rnA3iMG8wIs

  3. Quanto accaduto è emblematico; ci fornisce un chiara informazione su quale sia il livello di preparazione di coloro che poi si ritrovano a vincere i concorsi nella pubblica amministrazione quando sono “supportati” dalla politica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...
In evidenza

I NUOVI PARROCI DI ISCHIA la roulette di Pascarella

Il Vescovo Pascarella ha deciso e ha cambiato! Carissimi, volendo provvedere affinché tutto il popolo di Dio, che vive nelle...