Premio Italia a Tavola: Lorenzo Sirabella incoronato miglior Pizzaiolo!!!!

0

Sono state ben 27215 le preferenze singole espresso in favore del nostro bravissimo Lorenzo Sirabella. Una pioggia di voti che lo hanno incoronato, senza ombra di dubbi, miglior pizzaiolo per il sito Italia a Tavola, una delle piattaforme più cliccate della categoria.

Tanta Ischia, quindi, nelle sapienti mani del nostro “mago della pizza” che macina successi su successi. Dopo l’incoronazione di Forbes della sua pizza tra le migliori 100 pizze in assoluto, infatti, il Dry Milano in cui lavora il nostro Lorenzo, incassa un nuovo successo grazia, appunto a Italia a Tavola.

Sei categorie, sei vincitori (anzi, sette, contando l’accoppiata dei fratelli Lebano tra i cuochi) e una pioggia di voti, a confermare l’attenzione del pubblico sul settore della ristorazione e dell’accoglienza. Dopo due mesi e tre turni di votazioni, la 12ª edizione del sondaggio Personaggio dell’anno – Premio IaT si è conclusa alla mezzanotte di oggi, decretando i suoi verdetti. I fratelli Antonio e Vincenzo Lebano, con 29.737 voti, si sono imposti nella categoria Cuochi; Lorenzo Sirabella (27.215 voti) ha vinto tra i Pizzaioli; Luca Montersino (20.387) ha primeggiato tra i Pasticceri, bissando il successo del 2014; il sommelier Paolo Porfidio (31.107 voti, il più votato in assoluto) si è imposto nella categoria Sala e Hotel; Cinzia Ferro ha vinto tra i Barman (22.324 voti), bissando anche lei il successo di sette anni fa (era il 2013); mentre Chiara Maci, già vincitrice anche lei nel 2013 insieme alla sorella Angela, ha avuto la meglio nella categoria Opinion Leader con 21.785 voti.

Questi, dunque, i verdetti di un sondaggio che anche quest’anno è stato avvincente e ricco di colpi di scena fino alle ultime ore di gioco. Basti pensare che sugli oltre 272mila voti arrivati al terzo e ultimo turno, in tre delle sei categorie i vincitori sono usciti da un lungo testa a testa con i secondi (per noi vincitori del gioco, tanto quanto i primi classificati), forti di uno scarto di meno di trecento voti. È il caso, per esempio dei fratelli Lebano del Gallia di Milano (hotel in cui lavora anche Paolo Porfidio, vincitore della categoria Sala e Hotel), che si sono imposti davanti a Rosanna Marziale (29.503 voti) per soli 234 voti; di Luca Montersino, che ha avuto la meglio sul maestro Iginio Massari (20.171 voti) solo per 216 voti, e di Cinzia Ferro, che è riuscita a contenere la rimonta di Erica Rossi (22.039 voti), sopravanzandola di appena 285 voti.

La categoria dei Pizzaioli, con una concentrazione massiccia di voti negli ultimi giorni, è risultata alla fine quella più votata (98.646 voti), davanti a Sala e Hotel (97.935). Lorenzo Sirabella di Dry Milano ha comunque vinto con uno scarto importante davanti a Gabriele Bonci, secondo con 21.795 voti, e Franco Pepe, terzo con 21.383 preferenze. Nella categoria Sala e Hotel abbiamo assistito a un testa a testa tra i primi due classificati: alle spalle di Paolo Porfidio, Vincenzo Donatiello, sommelier di Piazza Duomo (Alba) si è fermato a 30.313 voti. Terzo Alessandro Scorsone, gran maestro di cerimonie a Palazzo Chigi, fermo a 17.874 voti.

Tra gli Opinion Leader la food blogger Chiara Maci è tornata a vincere il nostro sondaggio, precedendo in classifica Gian Marco Centinaio (17.764 voti), che l’anno scorso – da ministro delle Politiche agricole e del Turismo – aveva ricevuto il riconoscimento come Ambasciatore del turismo enogastronomico. Sul terzo gradino del podio è salita anche Roberta Garibaldi (17.756 voti), docente universitaria ed esperta di turismo enogastronomico.

Il successo di quest’anno del nostro sondaggio certifica, come dicevamo, la grande attenzione del pubblico sui temi della ristorazione e dell’accoglienza, che è poi da sempre l’obiettivo primario di questa iniziativa, giunta alla 12ª edizione. C’è da registrare il grande afflusso di voti, soprattutto negli ultimi giorni e nelle ultime ore di gara, che ha fatto scattare più volte il sistema di controllo, ritardando così la convalida di alcuni voti: una sospensione temporanea nell’attribuzione dei voti, di cui ci scusiamo, che però ha garantito il corretto funzionamento del gioco e che in qualche momento ha bloccato il voto per tutti, così come già successo anche in altri momenti durante il sondaggio.

Complimenti Lorenzo, eccellenza della gastronomia isolana, che porta, con caparbietà e serietà, il nome della nostra isola in alto nel mondo della ristorazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui