Premio Ischia, ieri la prima serata di premiazioni, stasera la serata conclusiva

0

E’ considerata da 38 anni la festa del giornalismo internazionale ma anche l’occasione per rileggere, grazie ad una giuria di esperti qualificati, un anno di informazione. Nella serata di ieri, presentata da Anna Billò di Sky sport, e’ stata premiata per la comunicazione sociale Francesca Landi di Action Aid per la sua determinazione nel mostrare i problemi reali, sfruttando al meglio le moderne tecnologie per nella comunicazione sociale. Un riconoscimento speciale per l’innovazione editoriale e’ andato a Flavio Natalia, direttore della struttura magazine Sky Italia per il nuovo format digitale che propone le “10 notizie del giorno”.

Il premio Ischia giornalista dell’anno per la narrazione enogastronomica e’ stato assegnato al giornalista del Corriere della Sera, Valerio Visentin, che svolge il suo lavoro in incognita e che è salito sul palco con il volto coperto per ritirare il riconoscimento, per il rigore dimostrato in decenni di attività nelle vesti di critico enogastronomico, svolta con acume e obiettività, osservando un irreprensibile anonimato per tener fede al proposito di giudicare ogni locale dal punto di vista dell’avventore qualsiasi.

Il premio Ischia Social Blog è andato a Diego Bianchi di Gazebo, per come ha saputo cambiare il modo di fare televisione, utilizzando la televisione al servizio dei social, scoprendo vizi, vanità e difetti di personaggi pubblici, realizzando, nel contempo, reportage importanti come quello sui migranti di Lampedusa.

Il premio Ischia per l’informazione sportiva è stato attribuito a Paolo Condo’ per la sua innata capacità di raccontare gli eventi sportivi con eleganza e obiettività, prima nella carta stampata e ancor di più come opinionista Sky, mentre quello per il comunicatore dell’anno e’ andato a Marco Bardazzi, responsabile delle relazioni esterne di Eni, per aver realizzato la prima campagna di tutela ed informazione per ENI durante una famosa trasmissione televisiva.

Questa sera invece verranno assegnati gli altri premi tra cui quello internazionale, quello per la carta stampata, quello per i diritti umani e quello per l’innovazione tecnologica. Infine il sindaco di Lacco Ameno consegnerà il premio Coppa di Nestore al direttore generale della Rai, Mario Orfeo che ha un particolare legame con l’isola verde. Il vincitore della “Penna d’oro” della presidenza del consiglio dei Ministri che compie sessant’anni è andato a Piero Angela e verrà consegnato al Quirinale dopo l’estate.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui