fbpx

Polizia Municipale: “Monti” per Forio solo in caso di comandi associati

Must Read

Raffaele Monti possibile comandante dei Vigili di Forio, Iacono all’edilizia
Si profila una nomina di prestigio per l’attuale capo dei VVUU di Lacco Ameno. Al momento si tratta di sole ipotesi. Monti ha chiesto tempo per valutare la proposta presentando un suo dettagliato e minuzioso programma: Nomina a tre anni ed uffici centralizzati

Possibile Cambio della Guardia al Comando Vigili Urbani di Forio. Il sindaco Francesco Del Deo sta valutando la possibilità di trasferire l’attuale comandante Giovan Giuseppe Iacono all’Ufficio edilizia, considerandolo maggiormente duttile per la posizione e nominare nella posizione di Comandante dei Vigili Urbani, Raffaele Monti, attualmente in forza al Comando della Polizia Municipale di Lacco Ameno. Si tratterebbe di una nomina di prestigio per Monti, già in passato vicino alla doppia nomina. Infatti con la sindacatura di Arnaldo Ferrandino a Casamicciola, Monti è stato vicino a vestire i panni di Comandante anche nella cittadina termale. Al momento si tratta di sole ipotesi. Si sta ancora sondando il terreno. La proposta del sindaco De Deo riguarderebbe una nomina a due mesi con stipendio fisso come da retribuzione attuale senza particolari incentivi ma con tutti gli oneri a carico del Comandante lacchese.La riserva sarà sciolta nei prossimi giorni dal Comandante Raffaele Monti che ha chiesto tempo per valutare l’offerta.

A quanto pare infatti Monti si è presentato all’appuntamento con De Deo facendosi precedere da un progetto lavorativo ben articolato e delle idee da portare avanti e non già, semplicemente, per svolgere il ruolo preconfezionato di tappa buchi. La cosa avrebbe spiazzato il sindaco foriano convinto di poter vivacchiare ancora due mesi prima i definire chiaramente o quasi la questione Vigili Urbani. Una questione, un ambito totalmente da rifondare.
Certamente si tratta di una rifondazione che qualsiasi professionista con un minimo di coerenza ed amor proprio, o meglio con un minimo di competenze, chiaramente non potrebbe affrontare in soli due mesi di lavoro. In due mesi non si fa niente per di più svolgendo 3 giorni a Lacco Ameno e 3 a Forio.

Una ipotesi utile solo a una certa politica che così risparmierebbe sugli stipendi.

Monti prenderebbe lo stesso stipendio attuale pagato però a metà dalle due municipalità. Per il resto si tratterebbe della solita musica.

Ovvero Un Corpo Vigili Urbani senza un progetto, senza un obbiettivo se non quello di prender ordini dalla politica.

Il Comandante Raffaele Monti, ascoltata la proposta di Del Deo ha presentato la Sua controproposta: Sarà disposto ad affrontare la sfida, il comando solo se ci saranno degli obbiettivi a lungo termine, un servizio associato tra i due corpi almeno per tre anni. Monti avrebbe fatto notare come ci sia la necessità di centralizzare gli uffici fare una sua squadra di agenti ponendo e ponendosi dei traguardi lavorativi da raggiungere, stabilendo anche i tempi necessari al loro raggiungimento. A quanto pare nel suo minuzioso piano per un comando allargato tra i due Comuni di Lacco Ameno e Forio. Nella relazione Monti avrebbe illustrato solo alcune delle criticità rilevate che secondo la Sua opinione andrebbero rivedute e correte. Su tutte ad esempio l’incasso delle provvigioni sulle multe al momento introitate completamente da privati, delle quali il municipio incredibilmente non incassa un euro. Ovviamente tutto a danno dei cittadini. Per non parlare poi delle strisce blu il cui progetto va altresì rifatto per poter essere maggiormente rispondente alle esigenze del paese e della comunità, sia durante la stagione estiva che nei periodi invernali. Ed in ultimo ma non per ultime il “caso multe”. A Forio, in una sorta di anomalia tutta locale, i costi della contravvenzione risultano più alti della sanzione stessa. Un assurdo da sanare assolutamente. Queste e tante altre sono le proposte Monti che certamente non troveranno porte sfondate all’ombra del Torrioni. Con queste prospettive c’è l’obbligo di ragionare con obbiettivo e per obbiettivi e a quanto pare a Forio, l’obbiettivo è uno solo: Avere Campo Libero al’Edilizia e metter un “fantoccio” alla Stazione della Municipale. E poi, chi altri, se non un “fantoccio”, accetterebbe di trovarsi a lavorare con responsabilità triplicate a fronte di uno stipendio dimezzato tra due Enti che forse non hanno ben chiari quale dovrebbe essere il senso ed il fine di un corpo tanto importante per l’organizzazione di un paese. Realtà locali dove non si riconosce, a nessuno, la professionalità perché è più facile ed utile politicamente fare senza .

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

Ischia, PACO FROLA ha bisogno del nostro aiuto. Ha rischiato di morire!

Paco Frola, chef ischiano e da anni trasferito negli USA è attualmente ricoverato in terapia intensiva all'ospedale di Morristown...