fbpx

Pineta degli atleti: giochi distrutti

Must Read

Non molti giorni fa vi avevamo riportato dello stato di completo abbandono in versa la pineta degli atleti, con i viali quasi impraticabili in più punti e strutture fatiscenti. Oggi, quello che vedete ci è stato segnalato da una nostra lettrice che è davvero stanca della situazione.

“Questa è l’area giochi della pineta degli atleti: i giochi sono rotti e cadono letteralmente a pezzi – ci scrive – e molti turisti che scelgono di passeggiare nella pineta invece di andare al mare (visto il meteo nei giorni scorsi poco favorevole) sono rimasti sconcertati dello stato di abbandono di questo luogo che è, poi, centralissimo.”

Un vero peccato perchè questo potrebbe essere davvero uno dei tanti polmoni verdi in cui passeggiare o rilassarsi seduti all’ombra di un albero mentre i propri bambini giocano nell’area giochi. Ma ad oggi è tutto oltremodo fatiscente.

2 Commenti

  1. C’è veramente poco da commentare..
    Al di là dell assenza delle istituzioni,credo se il senso civico ci ha abbandonato da parecchio ormai.
    L educazione ed il rispetto per le cose e le persone è oramai merce rara.
    Confidiamo nei nostri figli ai quali trasmettiamo sani principi e giusti valori

  2. Ma possibile che non ci siano soldi per pagare qualche pinetino? I vecchi sono andati in pensione e non sono mai stati sostituiti. La gestione di Ischiambiente si è rivelata disastrosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile