venerdì, Marzo 5, 2021

Piazza Majo saluta “Mastu’ Tommaso“ Rauccio. 80 anni vissuti insieme ed il dolore del terremoto

In primo piano

Enzo e Gianluca. Ciò che Giosi ha diviso, Giosi ha unito

Gaetano Di Meglio | Era il 2015, dopo aver superato la sbornia e archiviato gli schiaffi elettorali della prima elezione...

Il Consiglio di Stato tentenna… Ma a Lacco Ameno è guerra di denunce anonime

Attesa febbrile per la pronuncia dei massimi giudici amministrativi sulla sorte della “fascia tricolare”: rivince Pascale o è la volta di De Siano?. Con la guerra giudiziaria e politica, prosegue la stagione dei corvi. Denunce apocrife con accuse ai politici. Accusatori e accusati fanno parte tutti della stessa barca

Giosi Ferrandino: “Ischia non perdere l’occasione Recovery”

https://youtu.be/hXXKLSQURO8 Gaetano Di Meglio | Con l'eurodeputato PD, Giosi Ferrandino, una riflessione sul governo Draghi, le possibilità del Recovery Fund...

 E’ morto Mastu’Tommaso Rauccio.  Single per scelta, imbianchino storico, trapiantato negli anni 60’ da Maddaloni a Casamicciola Terme, sua casa d’elezione , “Mastù  Tommaso” Rauccio  – nato nella provincia di Caserta e vissuto ad Ischia  – ha dedicato la sua vita al lavoro, tra i pennelli di imbianchino, la passione per la politica nazionale, il calcio e l’immancabile giocata a carte con gli amici del Bar e della pizzeria al Majo.

Il terremoto lo aveva tenuto lontano due anni, con costanza e tenacia è riuscito, ad 80 anni suonati, a ritornare nella zona terremoto per viverci e continuare a gioire della vicinanza e dell’affetto dei suoi amici del borgo, del Bar Monti della pizzeria e dei luoghi che aveva tanto amato. La sua gioia è purtroppo durata poco, meno di un anno. Non è più ritornato nella sua casa ancora distrutta dal sisma, ma almeno è riuscito a rivivere quei luoghi e a respirare l’aria della sua piazza Majo.

L’anziano è deceduto in queste ore in quel borgo pure distrutto dal sisma che è stato per lui, da più di 50 anni, patria d’elezione. Il sisma è anche questo, la lenta ed inesorabile scomparsa di una comunità, dei suoi volti storici, della sua gente, in gran parte anziani.

Per Zio Tommy U’Mastuccio, come lo conoscevano in paese, non c’erano strade facili, ma solo una destinazione che è valsa il suo lungo cammino: la Cava e Piazza Majo a Casamicciola Terme. Così come era venuto su questa isola, tra questa gente, se n’è andato, in punta di piedi.

- Advertisement -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli

Cambio RUP per la gara, la Schioppa sostituisce Concetta De Crescenzo

Ugo De Rosa | L’Ambito N13 ha aggiudicato la gara per affidare i servizi per l'accesso e il funzionamento dell’Ufficio...
- Advertisement -