fbpx

Peppe Scotti: «Ischia-Napoli United sfida decisiva»

ECCELLENZA | IL CONSULENTE PEPPE SCOTTI SUL FINALE DI CAMPIONATO

Must Read

Dopo gli allenamenti di lunedì e martedì, giovedì pomeriggio l’Ischia si riposerà. Da domani si riprenderà il lavoro di preparazione al match-clou di sabato quando al “Mazzella” arriverà il Napoli United di Maradona Jr. Ne abbiamo approfittato per registrare il parere del consulente Peppe Scotti, che segue molte partite se non proprio anche gli allenamenti di diverse squadre ed ha un quadro della situazione molto delineato. Vivendo la realtà continentale quasi giornalmente, Scotti ci può dire di più anche sul post-season, quei play-off che fanno sognare in tanti e quei play-out che invece tutti temono.

Sulla corsa play-off e sul primato certo da tempo della Puteolana, il consulente ischitano dice che «in questo momento la griglia play-off a mio avviso rispecchia pienamente i valori. E’ vero che ci sono varie squadre in pochi punti ma la marcia del Savoia è encomiabile, considerato che nelle prime tre gare ha giocato con una Juniores». Scotto sottolinea che «i bianchi hanno avuto un cammino migliore rispetto alla Puteolana, pur perdendo lo scontro diretto fuori casa. Questo la dice lunga sul grande lavoro svolto dall’amico Roberto Carannante. Partire così tardi ed ottenere questi risultati non è da tutti».

Alle loro spalle due squadre che sabato si contenderanno la terza piazza. «Tra Ischia e Napoli United credo che in termini di valori le due squadre si equivalgano. Giusto che la Frattese sia più staccata, non ha mai convinto davvero quest’anno per più motivi».

Sulla sfida di sabato al “Mazzella”, per Peppe Scotti «è una gara decisiva per il terzo posto. Per entrambe, disputare i play-off da quarte sarebbe una roulette russa vera e propria. Prevedo un match di grande equilibrio. Il Napoli United è messo meglio fisicamente, è squadra più strutturata, però concede qualche spazio da un punto di vista difensivo. Sarà un bel match».

Puteolana già citata: un cammino liscio per la compagine flegrea. «Sì, ha decisamente la rosa più forte del girone. Investimenti molto elevati, mercato invernale astutissimo, volto non solo a rinforzarsi ma anche ad indebolire gli altri. E’ la corazzata del raggruppamento, merita senza dubbio il primo posto ma occhio: il mini girone a tre delle prime classificate è rischiosissimo – sottolinea Scotti – basta sbagliarne una e sei quasi fuori… Se accadesse ciò, sarebbe un biennio fallimentare a dir poco per tutto l’entourage ex Pianura».

EVENTUALI INTRECCI – Proseguendo il discorso play-off, cosa pensi poi degli intrecci con le squadre degli altri gironi? «Beh, saranno tutti incroci molto, molto difficili. Dal raggruppamento salernitano per ambizioni, budget e rose, ai play-off accederanno tre squadre potenzialmente da primo posto. Ad oggi confluirebbero agli spareggi San Marzano, Agropoli e Scafatese… Tutte rose di primissimo ordine, ricche di qualità ma soprattutto abbondanti. Avversari davvero molto pericolosi».

E il girone ribattezzato “vesuviano/irpino”? «Sicuramente una attimo più morbido degli altri due ma ha comunque nella parte alta della classifica squadre attrezzate. Il Cervinara negli spareggi sono anni che è una realtà – aggiunge Scotti –. Se chiude seconda giocherà in casa ed avrà ulteriore vantaggio. Occhio al Montemiletto. Snobbato da tanti, è squadra coriacea, fisica e molto ben disposta in campo. È una possibile outsider, ha in Canavese e Grande due elementi maggiormente pericolosi ed ha un grosso potenziale societario, con un presidente solido ma anche ambizioso nel senso più pratico del termine».

ZONA PLAY-OUT – Ci spostiamo alla bagarre play out. «Dispiace tantissimo il fatto che la salvezza diretta sia sfumata per il Real Forio. Per investimenti fatti da dicembre, doveva essere l’obiettivo, ma rincorrere non è mai semplice e sicuramente ci sono state varie uscite a vuoto. Spero vivamente che riesca almeno a disputare il play-out in casa, giocarlo fuori sarebbe ulteriore salita considerando il bottino di punti davvero misero conquistato in trasferta – ricorda il consulente –. Sicuramente ci sono diversi componenti che hanno reso al di sotto delle aspettative, ora hanno una grande occasione di riscatto. Il patron Luigi Amato merita tanto per passione, sacrifici e dedizione davvero illimitati».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile