Pasquale e Dèvide | #4WD

Daily 4ward di Davide Conte del 15 settembre 2020

0

Di quella bella seconda B del “Mattei” fui un po’ il fratello maggiore di tutti. All’inizio ero visto con una certa diffidenza: Emma, Marilena, Pina, Laura, Anna, così come la cara Anna Maria, instaurarono subito un rapporto splendido con me, mentre Giovanni, Gianni, Angelo, Pasquale ed altri ebbero bisogno di un po’ più di tempo, prima di considerarmi a tutti gli effetti uno di loro.

Pasquale era indubbiamente il più genuino di tutti: quarto figlio, unico maschio dopo tre femmine, padre vissuto di mare come tutti i Saurino di quella generazione e prediletto di una mamma-chioccia adorabile e bravissima nel trasmettere ai figli dignità e umiltà da vendere.

Il tempo ha giocato a favore di Pasquale, della sua intelligenza e del suo grande impegno a scuola, che lo ha portato prima ad un ottimo diploma di ragioneria e poi alla laurea, inserendosi alla grande nel mondo professionale. Probabilmente questa partita della vita splendidamente vinta lo ha portato a perdere, insieme ai cari genitori, anche una buona fetta di quella sua umiltà, lasciando il posto alla fierezza di chi si è fatto da solo e alla certezza di poter dire la propria anche in quei contesti dove, in tempi non sospetti, forse su di lui non avrebbero scommesso. E aveva ragione!

Amava chiamarmi “Dèvide”, forse storpiando un po’ la pronuncia anglosassone del mio nome. Come quando mi chiese ancora una volta, all’ennesimo “passaggio” sul mio Cagiva 125 dell’epoca, se fosse così difficile guidarlo, al punto da costringermi ad insegnarglielo; lui, che per sua stessa ammissione, “se non fosse stato per te, forse in vita mia su una moto non ci sarei mai neppure salito”, riconoscendomi quella gratitudine ad ogni occasione utile.

Il tempo, gli eventi e le scelte della vita ci hanno tenuto lontani, spesso con idee diverse, ma mai al punto da porre a rischio quel bagaglio di ricordi e quell’affetto sincero e vicendevole che nessuno avrebbe potuto e potrà mai intaccare. Oggi più che mai!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui