fbpx

Parcheggio di Cava Ruffano, aumento delle tariffe illegittimo. L’ira di Irene

Must Read

Ugo De Rosa | A quanto pare il nuovo gestore del parcheggio di Cava Ruffano ha pensato di fare il “furbo” e di non applicare le tariffe stabilite dal Comune di Serrara Fontana. Dopo che l’Amministrazione, per andare incontro alle esigenze dei cittadini, aveva deciso di diminuire il costo dell’abbonamento per i residenti.
Gli utenti si sono lamentati e queste lamentele sono pervenute al sindaco Irene Iacono e ad altri esponenti dell’Amministrazione. Subito il primo cittadino ha deciso di intervenire chiarendo la situazione e rassicurando i cittadini. Il Comune interverrà tempestivamente per obbligare il gestore al rispetto delle regole.
Ecco quanto evidenziato proprio ieri dal sindaco per sgombrare i dubbi su questa spiacevole situazione: «Stamani sono pervenute a me ed ai miei consiglieri diverse segnalazioni di cittadini che lamentano l’incremento del costo dell’abbonamento mensile presso il parcheggio di Cava Ruffano.

Al solo fine di fare chiarezza ci tengo a chiarire che, conformemente agli impegni assunti in campagna elettorale, questa Giunta Comunale ha adottato la deliberazione n. 82 già a novembre 2021 al fine non di aumentare, bensì di DIMINUIRE il costo dell’abbonamento mensile per i cittadini residenti e per i lavoratori nella frazione. L’abbonamento per costoro da quest’anno costa 30 euro al mese anziché 45.
L’atto di Giunta è consultabile online ed è dunque accessibile a tutti.

E’ stata poi indetta una gara ad evidenza pubblica conformemente alla disciplina normativa vigente che, nel rispetto degli indirizzi dati dalla Giunta Comunale, ha aggiudicato la concessione della gestione del parcheggio ad una società che ha iniziato la propria gestione in data 30 maggio 2022. Anche in tal caso gli atti di gara e di affidamento sono stati resi ostensibili mediante la pubblicazione sul sito internet del Comune.
Come già detto, grazie alle segnalazioni, abbiamo appreso, solo in data odierna, che la Ditta aggiudicataria non starebbe attuando le tariffe previste dalla Giunta Comunale e poste a base di gara.
In merito voglio rassicurare tutti i concittadini e chiarire che ci siamo già attivati per risolvere la problematica interloquendo con la ditta aggiudicataria.

Si confida infatti in una soluzione rapida e favorevole della questione e al contempo, al solo fine di tranquillizzare chi sta subendo disagi, vi comunico che l’intera Amministrazione Comunale non esiterà ad adottare, qualora fosse necessario, tutte le azioni a tutela dell’Ente e dei cittadini e lavoratori coinvolti.
Per completezza e trasparenza riporto integralmente il passaggio della delibera n. 82 relativo agli abbonamenti “…(omissis)….. c) ai soli residenti nella frazione di S .Angelo e comunque, per un’auto per ogni nucleo familiare sarà consentita la contrazione di un abbonamento mensile e per un massimo di 50 abbonamenti, previo rilascio di attestazione da parte del comando di polizia municipale. Per i soli residenti lavoratori, da certificare con attestato del datore di lavoro, delle frazioni di Serrara Fontana sarà consentita la contrazione di un abbonamento mensile e per un massimo di 20 abbonamenti mensili. Il costo di ogni citato abbonamento ammonterà ad euro 30.00”»

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile
In evidenza

MAXIRISSA DA MOVIDA, ACCOLTELLATO FUORI AL NIGHT

I poliziotti grazie al sistema di videosorveglianza hanno potuto quantificare la partecipazione di 50 soggetti, tra “muschilli”, minorenni sparsi un po’ ovunque e tanti maggiorenni. La vittima è un casertano in vacanza sull’isola, ma dopo le cure dei sanitari è stato dimesso dal “Rizzoli”. Non ha potuto fornire informazioni utili per individuare il responsabile